info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Immobili confiscati alla criminalità destinati ai cittadini ucraini
Cronaca Bergamo

Immobili confiscati alla criminalità destinati ai cittadini ucraini

Bergamo: 3 immobili confiscati alla criminalità destinati a 10 cittadini ucraini

E’ stato siglato, nella giornata di ieri, dal Prefetto di Bergamo, Enrico Ricci, e il Sindaco del Comune di Bergamo, Giorgio Gori, l’accordo di collaborazione per l’utilizzo di 3 beni immobili confiscati alla criminalità organizzata da destinare all’accoglienza di 10 cittadini ucraini in fuga dal conflitto bellico in corso.

I 3 appartamenti, assegnati temporaneamente dall’Agenzia Nazionale dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC) in comodato d’uso al Prefetto di Bergamo, verranno messi a disposizione del Comune di Bergamo per la gestione dei servizi di accoglienza secondo la disciplina dei C.A.S., con oneri a carico del Ministero dell’Interno.

Nel recepire il Protocollo d’Intesa sottoscritto tra l’Agenzia Nazionale (ANBSC), il Ministero dell’Interno – Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), l’Autorità di gestione del Programma Operativo Nazionale “Legalità” (PON/POC “Legalità”) nonché l’Autorità Responsabile del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI), il citato accordo rappresenta una forma di partenariato pubblico-pubblico che ha l’obiettivo di realizzare un’accoglienza territoriale che articoli al meglio le attività dei due livelli istituzionali dello Stato e dell’Ente Locale, entrambi coinvolti nell’accoglienza dei profughi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
Oratorio di Gandino in festa per due fine settimana dal...