info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Dalla regione quasi 7 milioni di euro per il rilancio turistico della Val di Scalve
Cronaca Val di Scalve

Dalla regione quasi 7 milioni di euro per il rilancio turistico della Val di Scalve

Dalla regione quasi 7 milioni di euro per il rilancio turistico della Val di Scalve. Lara Magoni: " Una valle turistica che ha tutte le potenzialità attrattive per diventare una destinazione di assoluto prestigio"

Approvato dalla Giunta lombarda, su proposta dell’assessore Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni), di concerto con l’assessore Lara Magoni (Turismo, Marketing territoriale e Moda), il Patto territoriale per la Val di Scalve. “Un provvedimento – spiega il presidente Attilio Fontana – che ha l’obiettivo di realizzare cinque interventi infrastrutturali strategici per il territorio della Val di Scalve e, in particolare, per il comprensorio sciistico di Colere e che avremo modo di illustrare nel dettaglio a novembre durante la visita che effettueremo in quella zona nell’ambito del tour ‘Aree Interne'”. Il valore complessivo dell’intervento è di 24.954.499 euro a fronte di un contributo regionale previsto di 6.889.049 euro.

Le opere

Gli interventi previsti dal Patto sono l’efficientamento energetico e la riconversione in ostello del Centro Civico in Comune di Azzone; la progettazione, costruzione, manutenzione e gestione del Comprensorio sciistico denominato ‘Colere 2200’; la riqualificazione del palazzetto dello sport in funzione dell’utilizzo quale pista permanente di pattinaggio e costruzione di una nuova centralina idroelettrica in Comune di Schilpario; l’adeguamento e il miglioramento dell’offerta turistico-sportiva dell’esistente campo da calcio e costruzione di una nuova autorimessa interrata in comune di Vilminore di Scalve e l’acquisto e la manutenzione straordinaria dello skilift esistente in Comune di Schilpario.

L’intervento dell’assessore Lara Magoni

“L’approvazione del Patto territoriale – sottolinea l’assessore Magoni – pone sempre di più la Val di Scalve al centro delle iniziative regionali per il rilancio turistico e territoriale”. La Val di Scalve – continua l’assessore – ha tutte le potenzialità attrattive per offrire ai turisti un’esperienza unica e per diventare una destinazione di assoluto prestigio, anche in vista delle imminenti Olimpiadi di Milano Cortina 2026. Gli interventi previsti dal Patto territoriale renderanno strutture ed impianti sempre più moderna: la Val di Scalve così potrà finalmente diventare una località fondamentale per il turismo e lo sport lombardo”. “Un traguardo raggiunto – conclude l’assessore – grazie all’impegno sinergico di enti, istituzioni ed operatori del territorio: vincere le sfide del futuro è possibile solo facendo squadra”.

Il Patto Territoriale verrà sottoscritto da Regione Lombardia, dalla Comunità Montana di Scalve (capofila) e dai Comuni di Azzone, Colere, Schilpario e Vilminore di Scalve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Gandino: grande successo per lo special event della Fondazione A.R.M.R....