info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Sci, al Monte Pora si apre il 3 dicembre (tempo permettendo)
CASTIONE DELLA PRESOLANA, Cronaca

Sci, al Monte Pora si apre il 3 dicembre (tempo permettendo)

La stagione alle porte si preannuncia ricca di novità e innovazioni che toccano tutti i comparti dell'offerta turistica: dalla ristorazione all'innevamento artificiale, dai servizi agli eventi, con un Ambassador d'eccezione: Filippo Della Vite

Il comparto neve è stato sicuramente molto colpito nelle ultime due stagioni invernali ma non per questo ci si avvicina al prossimo inverno con minore entusiasmo e tutti gli operatori sono pronti ad accogliere nuovamente i graditi ospiti sulle montagne bergamasche.

Il Monte Pora ha colto le opportunità che si sono presentate in questo periodo complesso al fine di poter incrementare e migliorare la qualità dei servizi turistici offerti. L’apertura della ski area, temperature permettendo, è prevista per il prossimo 3 dicembre, mentre la chiusura della stagione è programmata per il prossimo 11 aprile. In questi mesi fervono i preparativi della stazione e si stanno affinando gli investimenti che hanno toccato tutti i comparti di IRTA Spa: impianti, ristorazione e servizi.

Monte Pora: i principali interventi

I principali interventi hanno toccato il comparto dell’innevamento dove sono state realizzate due nuove linee sulla pista Cima Pora Destra e Magnolini, permettendo così di coprire una parte significativamente più ampia della ski area con l’innevamento programmato. Nonostante la quasi assenza di precipitazioni sia nel corso dell’ultimo inverno che nel corso dell’ultima estate la situazione è sotto controllo: “I bacini sono quasi pieni, e abbiamo già messo in opera e testato l’impianto d’innevamento per essere pronti a produrre neve non appena le temperature lo consentiranno. Certo, un aiuto dal cielo ce lo aspettiamo dopo l’ultimo inverno, ma in ogni caso ci faremo trovare pronti.” dichiara con soddisfazione Fulvio Pasinetti, direttore tecnico degli impianti.

Altro investimento importante riguarda la sostituzione di tutti i tornelli di accesso agli impianti con nuovi varchi di ultimissima generazione e la sostituzione di tutto il sistema di bigliettazione che consentirà di passare dai precedenti 6 punti cassa agli attuali 13. È stato fatto un ampio ricorso a casse automatiche con pagamento tramite carta di credito ed è stato potenziato lo shop online per consentire ai clienti di poter acquistare preventivamente lo skipass online e di ritirarlo in stazione presso apposite casse o di eventualmente ricaricare le tessere già in loro possesso.

Nell’ambito della ristorazione e dei rifugi in quota, accanto alle tradizionali Baita Termen e Baita Vareno, ormai consolidati punti di ritrovo, verrà riproposto il food truck Strinù e il Rifugio Pian de la Palù. Strinù è un simpatico e colorato gatto delle nevi attrezzato con cucina che permette una pausa dallo sci veloce, giovane ed informale. Il Rifugio Pian de la Palù invece, proprio per la sua posizione un po’ defilata rispetto alle piste, è pronto ad accogliere chi cerca un momento di relax fuori dal fermento della stazione.  Questo periodo di attesa è dedicato alla manutenzione delle strutture, al carico dei magazzini, all’affinamento delle ricette e dei menù, e alla ricerca del personale. Alice Pasinetti e Sergio Poli, referenti del comparto ristorazione, sono particolarmente compiaciuti e in merito al personale commentano “Siamo soddisfatti per tutte le richieste che abbiamo ricevuto nel corso di questi mesi. Siamo consapevoli che non è facile trovare personale stagionale in questi periodi ma, parlando con i tanti ragazzi, ci rendiamo conto che un ambiente di lavoro giovane e informale come quello che siamo riusciti a creare ha veramente tanto appeal e può fare la differenza sia per noi che per i nostri clienti.

Insieme ai nuovi tornelli e al moderno sistema di bigliettazione, IRTA Spa è intervenuta anche sui due noleggi di proprietà dove è stato completamente rinnovato il parco sci e scarponi e sono stati ampliati i locali per mettere nelle condizioni anche i clienti principianti di potersi approcciare all’attrezzatura in spazi più ampi e confortevoli. Le casse dei noleggi dal prossimo inverno potranno emettere anche gli skipass, contestualmente al noleggio, proprio per evitare ai clienti di dover effettuare una doppia coda prima di recarsi agli impianti. Nello scorrere la lista degli interventi e delle migliorie apportate si respira un clima positivo e di grande fermento confermato da Maurizio Seletti, amministratore di IRTA Spa: “Non posso che ringraziare tutti i collaboratori che in questi mesi si stanno dando da fare per arrivare pronti all’apertura della stagione. Abbiamo sicuramente messo in moto tanti progetti che hanno implicato un carico di lavoro importante in questi mesi, sono però colpito dalla voglia di fare e dalla disponibilità che ho trovato nelle persone. Da non bergamasco è davvero sorprendente questa operosità.

Nonostante i molteplici investimenti, e i noti aumenti dell’energia, la società ha fatto il possibile per contenere gli aumenti tariffari. Gli aumenti sulle tariffe arrivano infatti ad un massimo del 5%, aumento facilmente assorbibile da parte del cliente in quanto tutte le tessere acquistate online sono soggette ad uno sconto di circa il 5%. Sono diverse, inoltre, le promozioni di alta e bassa stagione, insieme ai piani famiglia che consentono un risparmio significativo rispetto alla tradizionale tessera giornaliera. A queste si affiancano poi una serie di scontistiche particolari rivolte a gruppi, sci club, istituti scolastici, maestri di sci, disabili ed accompagnatori.

Infine, un’ultima importante novità per tutto il movimento sportivo bergamasco: IRTA Spa, tramite il brand “Montepora”, sosterrà per le prossime due stagioni invernali l’atleta Filippo Della Vite che ha ripreso il suo percorso in Coppa del Mondo lo scorso week end a Sölden. Filippo, cresciuto nelle fila dello Sci Club Radici, è indubbiamente uno dei più promettenti talenti italiani, cresciuto agonisticamente sulle montagne bergamasche e in particolare sulle piste del Monte Pora. Filippo tradisce un pizzico di emozione “Sono davvero contento di portare con me alle gare il nome del Monte Pora, stazione che mi ha dato tanto e in cui sono cresciuto agonisticamente. Mi sento bene, ho fatto una buona preparazione nel corso dell’estate e sono convinto di riuscire ad ottenere buoni risultati. La prima gara non è andata come speravo ma sto imparando tanto dall’ambiente della Coppa del Mondo e sono molto determinato per i prossimi appuntamenti.”

Anche Cristina Radici, presidente di IRTA Spa, fa eco alle parole di Filippo e commenta: “Il percorso intrapreso con Filippo Della Vite è particolarmente importante per me e per la mia famiglia che da sempre viviamo lo sci con grande passione e coinvolgimento. Vedere un ragazzo uscire dal nostro Sci Club e portarlo a gareggiare in Coppa del Mondo è una soddisfazione incredibile per me e per tutti quelli che hanno creduto e contribuito alla sua crescita.” Rispetto poi alla stagione alle porte non nasconde la soddisfazione e le aspettative: “Questi mesi di preparazione e programmazione sono sicuramente impegnativi ma è bello vedere la montagna riprendere vita. Sono contenta dell’investimento fatto soprattutto sul Magnolini perché ci porta sempre più nella direzione di offrire un servizio importante a famiglie e bambini, nostro target di riferimento, e sono convinta che otterremo il loro apprezzamento.”

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Contro il caro bollette il comune di Premolo spegne uno...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!