info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Tappa del Giro d’Italia in bergamasca: piccoli ritocchi al percorso
Cronaca, Sport

Tappa del Giro d’Italia in bergamasca: piccoli ritocchi al percorso

Tappa del Giro d'Italia in bergamasca: piccoli ritocchi al percorso. Aggiunta la salita a Miragolo San Salvatore

Domenica 21 maggio 2023 il Giro d’Italia torna a Bergamo con una avvincente tappa alpina, e per rendere ancora più interessante il tracciato, gli organizzatori hanno inserito una modifica: dopo aver scollinato a Selvino e transitati per Rigosa, i concorrenti saliranno a Miragolo San Salvatore per poi gettarsi nuovamente nella discesa verso la Valle Brembana.

Piccoli ritocchi alla quindicesima tappa del Giro d’Italia che domenica 21 maggio partirà da Seregno e arriverà in centro a Bergamo, ma solo dopo due passaggi in Città Alta e alcune simboliche scalate della provincia, come Valcava, Roncola e Selvino, ascese che faranno la differenza e che ogni amatore della bergamasca ha nel proprio curriculum.

La modifica della tappa bergamasca del Giro d’Italia

Proprio dopo quest’ultima salita di quasi 11 chilometri, che partirà dal paese di Nembro per arrivare in 605 metri di dislivello (pendenza media del 5,5%) al paese di Selvino, è stata effettuata la variazione di percorso. Dall’altipiano di Selvino che sovrasta la val Seriana, invece di pedalare in direzione Zogno in Valle Brembana come da programma iniziale, si scenderà a Rigosa (a 583 metri di quota) per poi risalire a Miragolo San Salvatore (quasi 400 metri di dislivello in 5 chilometri) e da lì, finalmente, scendere a Zogno.

«In accordo con gli organizzatori abbiamo proposto questa variante per rendere più animata la seconda parte della tappa ma anche per dare visibilità a un tratto delle nostre montagne che desideriamo valorizzare – ha commentato Giovanni Bettineschi di Promoeventi Sport, referente bergamasco per le manifestazioni sportive di RCS Sport – e siamo certi che, come in passato, dopo il Giro d’Italia quel tratto di salita diventerà un “segmento” dove gli amatori lombardi, e non solo, potranno misurarsi e depositare le proprie prestazioni paragonate a quelle dei professionisti». 

Possiamo stare tranquilli sul fatto che la tappa “di montagna in città”, la Seregno – Bergamo del 21 maggio di 195 chilometri con un totale di 3.600 metri di dislivello, ci regalerà grandi emozioni grazie alle salite orobiche che non lasceranno tregua ai girini. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Meteo: sarà un Santo Natale mite e soleggiato, qualche nube...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!