– BERGAMO – Ci vogliono talento, coraggio, serietà e professionalità per progettare e realizzare una versione di Natale in casa Cupiello come quella diretta e interpretata da Fausto Russo Alesi. Il suo non è un monologo, ma un “assolo”, in senso musicale.

Nel testo di Eduardo, Fausto ha letto la tragica rappresentazione di una moltitudine di solitudini. Di qui la scelta, profonda e faticosa quanto “inevitabile”, di portare in scena questo splendido testo in forma di assolo, di tanti assoli, uno per personaggio, ai quali Fausto presta il proprio straordinario talento, la propria voce, il proprio corpo. Questo approccio radicale, che scava nella luce ma soprattutto nelle ombre, nei bui che attraversano una delle commedie più note ed amate di Eduardo, ha trovato l’assenso di Luca De Filippo, che ha concesso il permesso per questo trattamento del testo.

Fausto Russo Alesi abita le parole di Eduardo con tutta la sua straordinaria, mutevole fisicità. Il suo è un lavoro di rigore e generosità svolto sulla voce, sul gesto, sullo spazio. Fausto restituisce fin nelle più segrete pieghe la straordinaria umanità di un testo, che affonda nell’amarezza, nella disillusione, nella solitudine, l’origine di una popolarità nobile e premonitrice, così da iscriverlo immediatamente tra i classici del teatro.

 

Da 8 Marzo 2016 a 13 Marzo 2016

da martedì a sabato ore 20.30 – domenica ore 15.30 

Natale in casa Cupiello di Eduardo de Filippo

regia e adattamento Fausto Russo Alesi – scene Marco Rossi

luci Claudio De Pace – musiche Giovanni Vitaletti

aiuto Regia Giorgio Sangati – assistente scenografa Giulia Breno

con Fausto Russo Alesi – produzione Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa

 

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.