tumblr_ocbqcdGQR61ufi7o7o1_1280

La seconda guerra mondiale è appena terminata e l’esercito tedesco viene fatto prigioniero da quello danese. La Danimarca era uno stato importante per il Terzo Reich in quanto il Führer credeva che lo sbarco degli alleati potesse concretizzarsi proprio sulle spiagge danesi: ecco spiegato il perchè dell’elevatissimo numero di mine sparse sotto la sabbia che ora, a conflitto terminato, gli stessi tedeschi fatti prigionieri si trovano costretti a disinnescare e rimuovere. Il sergente Rasmussen (Roland Møller) viene messo a capo della squadra di tedeschi che si occupa di tale, pericolosissimo, lavoro: al suo cospetto però vi sono dei ragazzini, finiti al fronte per sbaglio o per obbligo, che ora si trovano in Danimarca a pagare il conto di qualcuno al di sopra di loro. Un ottimo film, acclamato al Toronto Film Festival, profondo, emotivo ed emozionante nonostante la trama asciutta e decisamente statica.

TITOLO: Land of mine – Sotto la sabbia (Under sandet)

GENERE: Drammatico

REGIA: Martin Zandvliet

CAST PRINCIPALE: Roland Møller, Mikkel Følsgaard, Louis Hofmann

ANNO: 2015

DURATA: 100 min

VALUTAZIONE: 7,5/10

CURIOSITA’: La storia raccontata nel film è considerata da molti storici come uno dei peggiori crimini di guerra mai commessi dallo stato danese

QUOTE: “Voi servite un solo scopo per noi: dovrete ripulire le coste orientali della Danimarca dalle  mine tedesche, mine che voi avete portato qui”

 

Rubrica a cura di Thomas Poletti – silenzioinsala.tumblr.com

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.