info@valseriananews.it
Valseriana News > RUBRICHE > SILENZIO IN SALA > Silenzio in sala – Arrival
SILENZIO IN SALA

Silenzio in sala – Arrival

Sulla Terra sono appena atterrati dodici oggetti mai identificati prima. Si tratta di astronavi extraterrestri dalla forma molto particolare che restano sospese a pochi metri dal suolo: il mondo è in subbuglio, preso dal panico e in prima linea a schierare esercito ed esperti per stabilire un contatto con chi vi è all’interno delle astronavi. […]

arrival-nuova-locandina-in-italiano

Sulla Terra sono appena atterrati dodici oggetti mai identificati prima. Si tratta di astronavi extraterrestri dalla forma molto particolare che restano sospese a pochi metri dal suolo: il mondo è in subbuglio, preso dal panico e in prima linea a schierare esercito ed esperti per stabilire un contatto con chi vi è all’interno delle astronavi. Louise (Amy Adams) è una rinomata linguista e lo scienziato Ian (Jeremy Renner) si trova al suo fianco in questa lotta contro il tempo nel tentativo di capire cosa vogliano effettivamente gli alieni dagli umani; ma il tempo è tiranno e le nazioni iniziano ad avere pensieri differenti riguardo alla gestione del problema. “Arrival” è un film fantascientifico che crea un ottima suspense per praticamente tutta la durata della pellicola…il finale invece mi fa storcere il naso, non riuscendo a soddisfare a pieno le (alte) aspettative di un colpo di scena conclusivo che non convince a pieno. Bello a metà.

TITOLO: Arrival

GENERE: Fantascienza / Thriller

REGIA: Denis Villeneuve

CAST PRINCIPALE: Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker

ANNO: 2016

DURATA: 116 min

VALUTAZIONE: 7/10

CURIOSITA’: Polipi, balene, elefanti e ragni sono state le fonti di ispirazione per creare gli alieni

QUOTE: “Che cosa vogliono? Da dove vengono? Servono risposte quanto prima”

Rubrica a cura di Thomas Poletti – silenzioinsala.tumblr.com

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
A Onore la storia si ricorda con un giardino pubblico...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!