Spesso coincidono la data di riavvio delle attività legate alle palestre nello specifico del mio campo di fitness musicale con quella del rientro sui banchi dei ragazzi nelle scuole, quindi come ad ogni metà settembre anche per quest’anno è giunta l’ora di rimettersi in campo.  

Proprio perché si è consapevoli che si giunge da un periodo di inattività come le vacanze estive e che questo lasso di tempo generalmente è anche più lungo rispetto agli altri stop temporali dovuti alle festività religiose o nazionali, ecco che sale in ognuno di noi la voglia di abbattere quel paio di chili di troppo accumulati per la sacrosanta rilassatezza estiva.

Oggi dunque vi do alcuni consigli su come riattivarsi nel modo più corretto possibile rispettando i tempi del proprio fisico. Comincio dunque col dirvi: non fate assolutamente come me! Sembra un controsenso, mi darete della pazza, ma è proprio cosi e ve lo spiego. Io da istruttrice, ma in primo luogo da amante profonda di ciò che faccio, ogni fine agosto e inizio settembre ingrano la quinta, mi alleno in modo spropositato in preparazione del nuovo anno che è alle porte, mi butto a capofitto a creare nuove coreografie per le discipline già attive da anni per fornire un servizio di qualità che non annoia e accumulo ore e ore di ripetizione di gesti tecnici nuovi per le discipline nuove che ho scelto per proporre un ventaglio più ampio ovvero una quantità di scelta maggiore tra le varie discipline disponibili sul mercato.

Tradotto in un unico concetto: mi dimentico delle ferie in cinque minuti. E so che è sbagliato. Facendo così ognuno di noi rischia di annullare in parte i benefici psicofisici dall’aver staccato la testa e messo in carica il fisico, che serve per partire con lo sprint giusto. Ma questa è la mia materia, questa è il mio lavoro che amo, questa è la mia scelta. Io so anche come mettere in atto delle ulteriori strategie per preservarmi durante la preparazione o riservarmi dei ritagli ulteriori di tempo di riposo. Questo non vale per voi che seguite corsi e vi volete allenare.

L’allenamento deve essere un momento vissuto da noi in totale positività. Quindi primo consiglio è seguire la propria indole, scegliere ciò che ci piace di più, che ci diverte e che ci fa sfogare. Le prime prove gratuite delle palestre servono a questo, a non farci sprecare inutilmente soldi e per capire provando ciò che fa per noi. Se siamo pigre e ci piace riposare, dobbiamo interiorizzare il pensiero che il movimento ci regala benessere e dunque sforzarci di trovare una attività dolce e che ci sprona a non essere solo sedentari.

L’altro consiglio invece riguarda gli sportivi, quelli che con regolarità rinnovano il proprio abbonamento nelle strutture sportive. Avendo goduto di un periodo di relax, anche i più disciplinati hanno fatto qualche strappo alla regola. Quindi è consigliabile partire per gradi, con qualche passeggiata, oppure corse in esterna non prolungate solo di 10/15 minuti il primo giorno poi aumentare gradatamente oppure in palestra farsi seguire dagli addetti e richiedere schede di allenamento base anche per principianti, senza dimenticare un buon riscaldamento iniziale di gambe spalle e braccia, man mano facendo aumentare di intensità gli esercizi multiarticolari e di serie gli esercizi per i gruppi piccoli.

Sembra arabo, lo è anche per me talvolta, non ti preoccupare, sono tutte cose che si imparano sul campo come me leggendo libri o come te facendoti seguire tranquillamente dagli operatori in sala.

Auguro a tutti dunque un sereno rientro all’allenamento e ai colleghi un soddisfacente inizio di attività.

Per restare sempre informato sulle attività FITNESS sempre aggiornate e più trendy che propongo, seguimi su facebook alla pagina “Giusy Gaiti – Fit by G” oppure sul mio sito web.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.