Stanchi dei furti subìti, i titolari del bar di Cornale di Pradalunga preso di mira in queste notti denunciano l’accaduto: “Viviamo una situazione di delinquenza inaccettabile”. Il video della fuga dei ladri.

I ladri in fuga sul furgone rubato

“E’ inutile nascondersi: la situazione di delinquenza che dobbiamo sopportare è inaccettabile”. Commenta così i due colpi andati a vuoto al bar Kikko a Pradalunga Oliviero Bosatelli, top runner di Gandino che su Valseriana News abbiamo conosciuto per le sue imprese sportive. La moglie Nadia Bazzana è la titolare del bar che si trova nella frazione di Cornale in via Gritti e che gestisce da 12 anni.

“Abbiamo subìto 5 furti – continua Bosatelli – e, nonostante la volontà di andare avanti, l’amarezza, anche dei nostri clienti, è tanta sopratutto perché queste persone restano impunite nonostante creino danni e tanta paura anche nei residenti della zona”.

Come vi abbiamo raccontato, i ladri, un gruppetto di 3/4 persone, sono entrati in azione la prima volta nella notte tra lunedì e martedì e la seconda volta la notte scorsa: preso di mira il cambia monete all’interno del bar. La prima notte hanno agito alle 3 circa a bordo di una Mini rubata: dopo aver divelto la saracinesca e sfondato vetro, hanno tentato di portare via il cambia monete legandolo all’auto ma, dopo qualche tentativo, il gancio non ha retto e si sono dati alla fuga.

Ieri notte, poco prima delle 2, i malviventi sono tornati a bordo di un furgone bianco risultato rubato qualche giorno prima: questa volta il gruppetto era armato di flessibile, collegato alla corrente del bar per scardinare sempre il cambia monete. Ma anche il nuovo tentativo è andato a vuoto: forse spaventati dall’allarme e dalle grida dei vicini, sono scappati poco dopo essere entrati in azione.

Guarda il video della fuga ripreso da un’abitazione vicina.

“Il degrado che interessa anche la nostra Valle ormai è dilagante – conclude Bosatelli -. Non sappiamo più come scoraggiare questi malviventi che per poco, o per nulla come in questo caso, mettono a soqquadro un’attività”.

I fatti sono stati documentati dai Carabinieri che con l’ausilio della videosorveglianza e delle testimonianze  sono sulle tracce dei malviventi.

Nelle immagini i vari tentativi di furto, clicca sulle foto per ingrandirle.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.