Incidente montano notturno in Val di Scalve: il Soccorso Alpino e due “speciali” elicotteri svizzeri hanno operato per recuperare uno sci alpinista precipitato sul Cimon della Bagozza.

L’elicottero intervenuto nella notte a Schilpario

Concluso all’alba di oggi l’intervento che dalla mezzanotte ha impegnato i tecnici della V Delegazione Orobica in Val di Scalve. Due sci alpinisti di 21 e 24 anni hanno chiesto aiuto perché uno di loro era caduto nella zona del bivacco Valzellazzo sul Cimon della Bagozza in territori di Schilpario.

Scivolato per un centinaio di metri, aveva dolore alla spalla e a una gamba. La Centrale ha attivato le squadre territoriali del Soccorso Alpino lombardo della Stazione di Schilpario e la Rega, la Guardia aerea svizzera di soccorso, intervenuta con due elicotteri abilitati per il volo notturno. Un mezzo ha recuperato l’infortunato e lo ha trasportato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’altro, illeso, è stato portato al bivacco.

Le condizioni meteorologiche di gelo di questi giorni richiedono molta attenzione: sono già stati 4 infatti gli altri recuperi avvenuti in Val Seriana tra sabato e domenica (leggi qui).

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.