Promoserio presenta il bilancio dell’estate appena conclusa in Val Seriana e in Val di Scalve.

Un’estate verde, sportiva, poliglotta e lunga: così si è caratterizzata la stagione estiva della ValSeriana e della Val di Scalve appena trascorsa.

Se l’avvio della stagione è stato nella maggior parte dei casi molto timido e lento, complice il meteo sempre imprevedibile nel mese di luglio, frenando le presenze “tocca e fuga” tipiche dei weekend, a fine estate il bilancio è risultato positivo e il territorio ha così potuto salutare con il sorriso la stagione appena trascorsa. Merito di un agosto più che “vivace” e di una stagione “allungata” da un clima tipicamente estivo per tutto settembre, mese che si è confermato particolarmente movimentato per quanto riguarda le presenze nei fine settimana.

Un bilancio dunque “in attivo” con alcune voci particolarmente significative. Innanzitutto l’estate 2018 ha evidenziato come i turisti che scelgono la ValSeriana siano attratti principalmente dall’infinita scelta di escursioni praticabili su tutto il territorio, dalle più facili adatte alle famiglie con bambini e dai meno atletici, alle più impegnative e professionali per i più esperti e appassionati di montagna. Escursioni da compiere non solo a piedi ma anche su due ruote, con un importante contributo fornito della ciclovia della ValSeriana che collega la bassa e l’alta Valle. Escursioni immersi nella natura da alternare a passeggiate nei borghi storici alla scoperta delle innumerevoli bellezze storico-artistiche dislocate sul territorio e che hanno confermato ancora una volta la propria grande capacità attrattiva non solo verso i “principali” turisti che popolano la ValSeriana e la Val di Scalve durante l’estate, ovvero famiglie con bambini e pensionati, ma anche verso nuovi visitatori: molte le coppie giovani “registrate” per la prima volta sul territorio, in cerca di aria fresca, avventura e relax e sempre più in crescita anche i turisti provenienti da oltrefrontiera, che in molte aree hanno raggiunto il 50 per cento delle utenze. Dati che emergono nell’”inchiesta” realizzata da Promoserio con gli operatori del settore.

 

RICETTIVITÀ

HOTEL

VAL DI SCALVE
L’Albergo Ristorante Pineta di Schilpario ha vissuto una buona stagione anche se non in crescita rispetto alla scorsa, mentre l’Hotel Pizzo Camino ha registrato una lieve flessione di presenze, complice il meteo molto variabile della prima parte dell’estate. Gli ospiti per il lungo periodo si confermano principalmente anziani, mentre sono in crescita le presenze di famiglie durante i weekend. Dall’Hotel Brescia di Vilminore arrivano invece buone notizie: con grande soddisfazione si registra un incremento di turismo giovane, attratto dall’ampia offerta di sentieri e percorsi naturalistici che partono in questa zona. Pochi gli stranieri e per la maggior parte motociclisti e ciclisti che pernottano per brevissimi periodi.

CASTIONE DELLA PRESOLANA
Da tutte le strutture alberghiere, Grand Hotel Presolana, La Rosa, Eurohotel, Pineta, Milano – Alpen SPA, Des Alpes, Scanapà, Prealpi, Migliorati, arrivano segni di un turismo in continua crescita, con un aumento di presenze che varia dal 5 al 15% rispetto al 2017. Se a luglio il maltempo ha causato un certo malcontento, agosto e settembre hanno compensato con importanti afflussi, principalmente concentrati nei fine settimana. Pochi gli stranieri ma comunque in aumento e per la maggior parte motociclisti. Castione si conferma meta ideale per pensionati e famiglie con bambini, ma cresce anche l’interesse da giovani compagnie, attratte dalle molte attività sportive e dagli eventi offerte dal territorio.

FINO DEL MONTE
Sono stati soprattutto giovani i “nuovi” ospiti dell’Hotel Libia, e nel complesso si è registrato un aumento di presenze, quasi del 30% rispetto allo scorso anno anche per la clientela tradizionale formata da pensionati, famiglie ma anche da gruppi sportivi. Per la stagione estiva pochi sono stati gli stranieri attesi invece più numerosi per quella invernale.

CLUSONE
Il turismo nell’altopiano clusonese ha “chiuso” la stagione in linea con gli altri anni con qualche piccolo calo come riferito dai titolari dell’Hotel Ambra che però danno segni positivi per il turismo straniero, pari al 50%, e per pernottamenti “business”. Molti i francesi soprattutto all’inizio della stagione all’Albergo Antica Locanda. Il turismo della cittadina è stato animato soprattutto da pensionati ma nei fine settimana anche da molte famiglie con bambini attratti dalle bellezze storico artistiche e naturalistiche offerte dal territorio, come confermano anche dall’Hotel Commercio.

GROMO – VALBONDIONE
Le strutture ricettive di Gromo, Hotel Ristorante Gromo, Locanda del cacciatore, Hotel Spiazzi, Hotel Ristorante Vittoria, hanno registrato un’affluenza di ospiti costante rispetto allo scorso anno e il grado di soddisfazione degli operatori rimane di conseguenza buono. Molte le famiglie e i clienti più anziani ma ci sono state presenze anche di ragazzi molto giovani e gruppi sportivi in ritiro pre stagione. Il Melograno di Valbondione ha visto presenze in aumento del 20% rispetto alle stagioni scorse, soprattutto di famiglie con bambini e giovani coppie, ma pochi stranieri.

BASSA VALLE
A La Dolce Vita di Villa di Serio, caso che rimane abbastanza isolato, si è registrato un notevole calo di presenze rispetto al 2017 ma con un aumento degli stranieri, soprattutto per trasferte lavorative. Non sono mancate comunque le famiglie con bambini e le coppie giovani.

CAMPEGGI

Dai campeggi del territorio, International Camping Patrice Di Ganzetti Patrizia di Castione della Presolana, Campeggio Clusone Pineta, Campeggio Don Bosco di Onore, Area Sosta Camper Sabiunet di Valbobdione, arrivano buoni resoconti della stagione appena trascorsa anche se senza picchi straordinari rispetto agli scorsi anni. In tutti i casi bassa è stata l’affluenza nel mese di luglio, a causa del tempo molto variabile. Più felici sono stati invece l’agosto e il settembre, con la presenza anche di turisti francesi, inglesi e olandesi.

B&B E AFFITTACAMERE

Si conferma in crescita l’interesse del giovane turista e degli stranieri per queste strutture ricettive. Al B&B Angela di Clusone costanti le presenze da fine giugno fino alla terza settimana di settembre. Al Tagliere di Nese ad Alzano molti sono stati i turisti stranieri rispetto agli scorsi anni, così come al Bel Durmì di Clusone, con ospiti soprattutto austriaci, olandesi e inglesi, in zona per visitare le bellezze storico artistiche del territorio e per trekking naturalistici. Dal Bonaventura di Clusone arrivano notizie più che positive: incremento notevole di ospiti rispetto al 2017, di cui il 15% stranieri: tedeschi, austriaci e francesi, stesse nazionalità degli ospiti del B&B del Centro di Clusone. Grande soddisfazione per il Blum In di Rovetta, sempre al completo fino alla metà di settembre. La Pentola dei Sogni di Scanzorosciate ha mantenuto costanti le presenze rispetto alla scorsa stagione con un’anomala affluenza nel mese di settembre e un autentico boom di presenze straniere: più del 70% di ospiti è arrivato da Francia, Spagna, Inghilterra, America, Brasile, Russia e Arabia Saudita. Anche al B&B il Ghiro di Selvino c’è stato un incremento del 5% di stranieri e il tutto esaurito nei periodi di alta stagione. Al Lullaby di Valbondione infine riferiscono di una stagione più che favorevole, con circa un aumento del 20% di ospiti, grazie anche alla pubblicità fatta alle cascate del Serio dl film di Luca Guadagnino Call Me by Your Name.

SERVIZI

PUNTI E-BIKE

Si conferma in costante crescita l’interesse per questo tipo di attività, complici i molti percorsi offerti dal territorio e le grandi potenzialità della ciclovia della ValSeriana che collega Bergamo a Valbondione. All’Ostello Casa Corti di Valbondione, nonostante il meteo di questa stagione non sia stato fra i più favorevoli, hanno verificato picchi di noleggi durante le settimane centrali di agosto. Il Comprensorio sciistico Monte Pora segnala riscontri altrettanto positivi da Castione della Presolana, soprattutto per l’agosto. Verificato un incremento del 20/30% di turisti stranieri, principalmente inglesi. Al Barcicletta di Alzano si parla di un’ottima stagione soprattutto per il noleggio delle mountain bike da parte di gruppi organizzati e coppie giovani. Per Cicli Pellegrini di Clusone l’affluenza della stagione estiva 2018 è rimasta invariata rispetto al 2017 anche se l’interesse per le e-bike cresce costantemente, sia MTB che city-bike. Buonissime notizie da La Bottega Verzeroli Sport Presolana SKIeBIKE di Castione della Presolana: con circa 700 noleggi registrati, la stagione si è conclusa positivamente, soprattutto grazie al boom di presenze registrato durante tutto il mese di agosto e nei fine settimana di luglio e settembre. Israeliani, americani, inglesi e tedeschi dimostrano un interesse sempre crescente per il cicloturismo.

AUTONOLEGGI

Per l’Autonoleggio Salvoldi di Gandellino la stagione è andata bene con circa una trentina di chiamate per i trasporti ai rifugi, transfer per l’aeroporto e per la stazione di Bergamo, ma anche per brevi spostamenti da una stazione all’altra. Ottimo il lavoro con clienti stranieri, pari all’80% del totale, soprattutto di nazionalità belga, polacca, olandese e svizzera. Stessi aggiornamenti arrivano da Taxi Presolana di Bellini Carlo di Castione della Presolana: la stagione si è conclusa con statistiche in crescita e con un grande incremento di richieste da parte di turisti stranieri, soprattutto israeliani.

INFOPOINT

ATIESSE ASSOCIAZIONE TURISTICA SCHILPARIO
Una stagione più che positiva con turismo in aumento e una media di 200 presenze al giorno in agosto: è stata una buona estate a Schilpario, con un ottimo afflusso anche nei fine settimana per tutto settembre, complice il meteo favorevole. Anche qui molti gli stranieri presenti, circa il 15%, provenienti da Germania, Olanda, America e Spagna. Molte le famiglie con bambini, ma anche anziani e giovani coppie. Principale motivo di interesse si confermano le escursioni, a piedi o con la mountain bike, con grande successo per il servizio di noleggio biciclette ma anche di pattini.

PRO LOCO VILMINORE
Vilminore ha registrato un aumento di presenze rispetto alla passata stagione. Ottimi riscontri per il servizio di noleggio e-bike e informazioni principalmente relative alle escursioni alla diga del Gleno e alla Via Mala. Settembre più che positivo, con grande affluenza di stranieri: in particolare israeliani, norvegesi, tedeschi e svizzeri.

INFOPOINT CASTIONE DELLA PRESOLANA – BRATTO
Il bilancio della stagione è anche qui più che positivo, con un boom di presenze tra la metà di luglio e la fine di agosto, con picchi di 200 utenze nel periodo di altissima stagione. Per la maggior parte i turisti si sono rivolti all’InfoPoint per informazioni in merito a trekking, escursioni da fare con bambini piccoli, eventi in programma e informazioni di carattere generale. Si registra un aumento del 10% di stranieri, principalmente inglesi.

INFOPOINT BORGHI DELLA PRESOLANA – ROVETTA
Stagione decisamente positiva, nonostante il tempo sfavorevole nel mese di luglio. La maggior parte delle presenze si è concentrata nel mese di agosto con una media di 30 persone al giorno, interessate principalmente a sentieri ed escursioni guidate, percorsi sulla ciclovia, manifestazioni enogastronomiche in programma e attività dedicate ai più piccoli. L’utenza è stata eterogenea: persone anziane ma anche molte coppie giovani con bambini, per la prima volta in ValSeriana. Pochi gli stranieri, circa il 5% di inglesi e spagnoli.

TURISMO PRO CLUSONE
La stagione si è conclusa con riscontri più che positivi e con un aumento del 10% di presenze rispetto alla scorsa estate. L’utenza, soprattutto anziani e famiglie, si è concentrata nei fine settimana, con picchi di 200 presenze al sabato. Tra giugno e settembre circa il 20% di presenze è stata di stranieri: neozelandesi, spagnoli, argentini, irlandesi, svizzeri e inglesi.

INFOPOINT VALBONDIONE
Le presenze sono oscillate tra le 50 e le 100 al giorno, con picchi nel mese di agosto e per l’apertura delle cascate di settembre. Circa il 15% la “quota” dei turisti stranieri provenienti dal Nord Europa, dalla Germania, da Spagna, e perfino Cina e Australia. Complice la risonanza mediatica del film “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino, l’interesse per l’apertura delle cascate del Serio ha fatto registrare un aumento esponenziale. Costanti le richieste relative a sentieri, aperture dei rifugi, escursioni e ospitalità. Turisti anche molto giovani, mentre coppie e anziani si sono confermati protagonisti delle vacanze per i periodi più lunghi. 

UFFICIO TURISTICO DI GROMO
Registrato un aumento del 20% di presenze rispetto alla scorsa stagione, con un buon 10% di stranieri, inglesi ma anche alcuni gruppi di asiatici. Resta costante l’interesse per il Sentiero delle Orobie, le Cascate del Serio, passeggiate adatte sia a anziani sia a famiglie con bambini. Boom di richieste turistiche soprattutto in concomitanza con le principali manifestazioni, come è stato per Gromo Medievale.

VIVI ARDESIO
Nonostante il tempo sempre variabile, la stagione si è conclusa con ottimi risultati, riscontrando un aumento del 10% di presenze in più rispetto all’anno scorso. Olandesi, tedeschi e tantissimi francesi si sono rivolti all’ufficio per avere informazioni soprattutto relative al giro dell’Anello delle Orobie e a itinerari storico-artistici.

INFOPOINT MEDIA VALLE SERIANA – VERTOVA
Parlare di boom di presenze sembra riduttivo. Tra la metà di giugno e la metà di settembre sono stati circa 10.000 gli utenti che sono passati dall’ufficio. Principalmente interessati a fruire del servizio navetta per la Val Vertova ma anche con specifiche richieste su sentieri, sui percorsi ciclopedonali e su attività da svolgere con i bambini. L’utenza è stata molto variegata: famiglie con bambini, coppie giovani, escursionisti e anche anziani. Ottimo riscontro anche per il turismo straniero: inglesi e tedeschi soprattutto ma anche indiani, pachistani e irlandesi.

INFOPOINT ALTOPIANO SELVINO – AVIATICO
L’incremento di utenze per la stagione 2018 è stato notevole: tra luglio, agosto e la prima metà di settembre sono stati circa 10.000 i turisti che si sono rivolti all’ufficio, con un boom di circa 200 persone durante il periodo di altissima stagione. Un lieve calo si è registrato sui periodi medio-lunghi, compensato da un aumento delle permanenze nei fine settimana. Principalmente i turisti sono stati italiani ma con un incremento di stranieri, principalmente francesi, olandesi, svizzeri e tedeschi. Nel weekend l’80% sono state famiglie con bambini piccoli, interessati ad aree verdi, sentieri adatti a bambini e eventi a loro dedicati. Nei giorni feriali presenti invece soprattutto anziani e pensionati.

INFOPOINT VALSERIANA E VAL DI SCALVE – PONTE NOSSA
Costante presenza di turisti per tutta la stagione, con un incremento del 10% rispetto al 2017. Maggiore afflusso durante i fine settimana di luglio e agosto ma costanti passaggi anche per settembre. Principalmente si tratta di utenti in cerca di informazioni di carattere generale sulla ValSeriana e la Val di Scale: trekking, attività e escursioni adatte alle famiglie, hotel e strutture ricettive dove alloggiare, informazioni su ciclovia della Val Seriana e aggiornamenti su eventi e percorsi turistici in programma.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.