info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Punta nascita di Piario verso la chiusura, l’amarezza dei Sindaci
Cronaca, Politica

Punta nascita di Piario verso la chiusura, l’amarezza dei Sindaci

Ci hanno provato ma non ci sono riusciti: l’amarezza dei Sindaci dopo la decisione del Tar che porta alla chiusura del Punto aspira di Piario. C’è amarezza tra i primi cittadini dell’alta Val Seriana e Val di Scalve per l’ordinanza del TAR Brescia (leggi qui) con cui è stata respinta la domanda cautelare presentata proprio […]

Ci hanno provato ma non ci sono riusciti: l’amarezza dei Sindaci dopo la decisione del Tar che porta alla chiusura del Punto aspira di Piario.

C’è amarezza tra i primi cittadini dell’alta Val Seriana e Val di Scalve per l’ordinanza del TAR Brescia (leggi qui) con cui è stata respinta la domanda cautelare presentata proprio dai Comuni dell’Ambito alta Valle Seriana e Valle di Scalve. I sindaci avevano chiesto l’annullamento e/o la sospensione dell’esecuzione della delibera regionale che disponeva la chiusura di 6 punti nascita, tra cui quello di Piario.

“Siamo molto dispiaciuti per l’esito della sentenza – ha dichiarato la presciente dell’Ambito Antonella Luzzana – perché per i 24 Sindaci significa perdere un servizio essenziale e vitale per il territorio. Vedere la chiusura di qualsiasi servizio non può che destare molta amarezza, seppur consapevoli del fatto che la sicurezza delle persone deve venire prima di tutto”.

I Sindaci continueranno comunque nella loro azione di tutela del territorio: “Questo non significa che verrà abbassata la guardia – conclude Luzzana -, anzi, garantiamo comunque il nostro impegno e la nostra fermezza affinché il presidio ospedaliero di Piario venga potenziato e mantenuto, perché non succeda mai più quanto sta succedendo ora. Quanto fatto fino ad oggi ha sempre avuto l’unico obiettivo di tutelare i nostri cittadini e la nostra Alta Valle Seriana  e di Scalve”.

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Aveva sparato alla ex moglie a Scanzorosciate: latitante per 9...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!