Il fitness di Giusy sabato ha partecipato alla manifestazione “tutte in rosa” per la prevenzione al tumore al seno organizzata dalla delegazione Alta Valle Seriana della Lilt.

Come forse già saprete, il mese per la prevenzione al tumore al seno è proprio ottobre e la LILT (lega italiana per la lotta contro i tumori) è un Ente Pubblico su base associativa che opera sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, sotto la vigilanza del Ministero della Sanità e si articola in Unioni Regionali delle Sezioni Provinciali. Opera senza fini di lucro e ha come compito istituzionale primario la prevenzione oncologica.

Sabato 13 ottobre a Clusone si è svolta dunque la manifestazione “tutte in rosa” organizzata dalla delegazione Alta Valle Seriana sotto la guida di svariate donne tra cui la simpatica signora Luisa con cui ho concordato un mio intervento. Abbiamo sfilato con magliette rosa a sostegno della associazione e palloncini per i negozi per sensibilizzare la gente su questa tematica e sull’importanza della prevenzione. C’erano tante donne e la cosa bella è stato vedere diverse generazioni, nonne con le nipoti, ragazzine, mamme giovani e donne adulte. Tutte assieme per una nobile causa.

Infatti, l’impegno della LILT nella lotta contro i tumori si dispiega principalmente su tre fronti: la prevenzione primaria (stili e abitudini di vita), quella secondaria (promozione di una cultura della diagnosi precoce) e l’attenzione verso il malato, la sua famiglia, la riabilitazione e il reinserimento sociale.

Prima della camminata ho spiegato i benefici dello sport in generale e quelli in particolare per le persone affette da tale patologia e ho dato la mia opinione a riguardo, che tocco con mano ogni giorno a lezione questo lato positivo dello sport, che dona sorrisi e sviluppa un atteggiamento più ottimistico verso le difficoltà della vita.

Lo sport ovviamente non cura il cancro, ma come spiegato nel sito dell’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro), “alcuni tipi di cancro sono sensibili agli effetti del movimento, che ne riduce l’incidenza: la relazione diretta è stata dimostrata per il cancro del colon, dell’endometrio e del seno“.

Lo sport aiuta anche per il fattore stress. L’azione calmante dell’attività sportiva (soprattutto quella lunga e lenta come la camminata di oggi proposta) è nota a tutti: fare sport permette di staccare dai problemi quotidiani e di ricaricarsi per il giorno che segue. Quindi è di aiuto anche  a persone colpite da tumore che devono affrontare cure giornaliere e sfide costanti.

Durante l’attività fisica vengono sprigionate delle sostanze (le ormai celeberrime endorfine) che agiscono come vere e proprie droghe naturali, stimolando l’organismo e predisponendolo a reagire positivamente a situazioni di stress.

Giusy e la figlia Eva

Vi sono anche benefici a livello psichico perché facendo sport aumentano forza di volontà e di sopportazione, fiducia in sé stessi, l’autostima, si diventa  dunque più forti mentalmente, non solo fisicamente.

Chi fa sport spesso affronta meglio le difficoltà della vita e ha più fiducia nella risoluzione dei problemi. Questo atteggiamento è fondamentale per gestire correttamente il passare degli anni: non ci si arrende al declino, ma lo si contrasta con forza, determinazione e ottimismo.

Colora di rosa anche tu la tua giornata!

Per restare sempre informato sulle attività FITNESS sempre aggiornate e più trendy che propongo, seguimi su facebook alla pagina “Giusy Gaiti – Fit by G” oppure sul mio sito web.

Tutti i diritti riservati @

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.