Da Leffe al Rockin’1000 di Francoforte, Ramon e Daniele musicisti con la più grande rock band del mondo.

Nicola, Daniele e papà Ramon

Ramon e Daniele, papà e figlio di Leffe uniti da una grande passione: la musica. Passione che li ha portati ad esibirsi con la rock band più grande del mondo lo scorso 7 luglio allo stadio Commerzbank Arena di Francoforte.

Il Rockin’1000 è l’evento musicale itinerante nato in Italia nel 2015 da un’idea di Fabio Zaffagnini che raccoglie consensi in tutta Europa. Una manifestazione dove la musica unisce e non crea competizione.

Daniele e Ramon con Fabio Zaffagnini

A Francoforte Ramon Borsari, già cantante del gruppo “Mancato Rientro”, ha interpretato i brani della storia del rock mentre Daniele, 10 anni compiuti e giovane talento della batteria, ha suonato insieme ad altri musicisti provenienti da tutta Europa.

“E’ stata un’esperienza bellissima – spiegano i genitori -. Daniele suona la batteria da quando ha 5 anni e mezzo, anche se fin da piccolo si dilettava con le prime percussioni artigianali che trovava in casa come pentole e coperchi. Da quando ha iniziato a prendere lezione di batteria da Stefano Guidi, la sua dedizione è aumentata costantemente tanto che ha pensato di iscriversi al Rockin’1000”.

Detto, fatto. Inviato il video-clip di Daniele che suona Starlight, hit dei Muse, una delle rock band più famose degli ultimi anni, il giovane batterista è stato subito selezionato. Da lì l’idea di candidare anche il papà cantante.

Così tutta la famiglia, con mamma Serena e il fratello di 11 anni Nicola, è partita col camper alla volta di Francoforte per affrontare il primo e vero concerto di Daniele e Ramon.

Daniele a Francoforte
Lo show

La band dei 1000 (1002 in verità, in quest’edizione è stato raggiunto il record di partecipanti), di fronte a migliaia di persone, ha eseguito 18 brani, provati nei mesi precedenti dai singoli musicisti, tra cui un impegnativo medley di Jimy Hendrix, la famosissima Seven Nation Army dei The White Stripes che, insieme a Learn To Fly dei Foo Fighters, è stata una delle preferite di Daniele.

“Mi sono divertito tantissimo a suonare con la band più grande al mondo – racconta Daniele -. Non è stato faticoso perché l’entusiasmo condiviso con gli altri ci ha fatto divertire molto”. “Dobbiamo molto al suo maestro Stefano – concludono i genitori – che in questi anni sta tirando fuori il meglio di Daniele. È una persona competente che trasmette tutta la propria passione per la batteria e la musica”.

Daniele è stato uno dei più giovani musicisti a prendere parte al Rockin’1000 e forse ad ottobre lo aspetta un’altra esperienza unica: un’esibizione live all’Air Show di Linate dove sorvoleranno le Frecce Tricolori. Per lui, che da grande vuole fare il pilota di aerei, sarebbe proprio il massimo. E noi facciamo il tifo per lui. 

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.