Il Cagliari si conferma bestia nera dell’Atalanta: la Dea perde 2 a 0.

Il Cagliari si conferma bestia nera dell’Atalanta rivelandosi squadra non solo ostica ma anche di capace di mettere pressione ed esprimere trame di gioco efficaci. La formazione messa in campo da Gasperini, apparsa irriconoscibile rispetto alle sue caratteristiche, finisce prigioniera della ragnatela imbastita da Maran e subisce un gol per tempo senza riuscire a farne. Matura così la prima sconfitta dell’Atalanta al Gewiss Stadium. Una battuta d’arresto agevolata dall’espulsione di Ilicic al 40’ del primo tempo per un ingiustificato fallo di reazione, quando l’Atalanta era già sotto di un gol. L’Atalanta viene raggiunta così in classifica al quarto posto dal Cagliari, squadra rivelazione della prima parte di campionato, che conserva una imbattibilità che dura da due mesi.

Gasperini ribalta le previsioni che indicavano Malinovskyi in formazione e conferma Gomez nel ruolo di tuttocampista alle spalle di Ilicic e Muriel, mentre Pasalic affianca Freuler sulla mediana in sostituzione dello squalificato De Roon. Castagna e Gosens esterni di centrocampo. Davanti a Gollini giocano Toloi, Djimsiti e Palomino. Maran affida a Oliva il ruolo di mediano basso, attorniato da Castro e Rog; Nainngolann trequartista con Joao Pedro e Simeone coppia offensiva.

Continua a leggere su TerzoTempoMagazine.

Eugenio Sorrentino

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.