info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Alzano, ritrovato il corpo di Angelo Zanchi
ALZANO LOMBARDO, Cronaca Bassa Valle

Alzano, ritrovato il corpo di Angelo Zanchi

Ritrovato ad Alzano dopo 6 mesi il corpo di Angelo Zanchi, l’anziano di Nese scomparso. Il cadavere avvistato da un escursionista nei boschi di Olera. Ritrovato domenica 29 dicembre il corpo senza vita di Angelo Zanchi, il pensionato di 78 anni di Nese di Alzano di cui non si avevano più notizie da oltre sei […]

Ritrovato ad Alzano dopo 6 mesi il corpo di Angelo Zanchi, l’anziano di Nese scomparso. Il cadavere avvistato da un escursionista nei boschi di Olera.

Ritrovato domenica 29 dicembre il corpo senza vita di Angelo Zanchi, il pensionato di 78 anni di Nese di Alzano di cui non si avevano più notizie da oltre sei mesi.

L’anziano era scomparso a inizio giugno dopo che era uscito di casa per un giro in bicicletta (leggi qui).

Il cadavere, notato da un escursionista questa mattina, è stato ritrovato tra due rocce nei boschi di Olera, località di Alzano Lombardo. I carabinieri non hanno dubbio che i resti appartengano all’anziano e non escludono l’ipotesi di un tragico gesto da parte del pensionato.

La scomparsa

Angelo Zanchi era scomparso giovedì 6 giugno 2019 mentre faceva il consueto giro mattutino. L’unico indizio era la sua bicicletta ritrovata nella frazione Busa, vicina al bosco, la sera della scomparsa. I parenti infatti, non avendolo visto rientrare, avevano lanciato l’allarme.

A cercarlo per giorni nei boschi e nei ripidi pendii della zona i Carabinieri, Vigili del fuoco, Protezione Civile e gruppi cinofili ma di lui non era stata individuata alcuna traccia. 

Nei mesi scorsi diversi sono stati gli appelli della famiglia condivisi sui social attraverso i quali si chiedeva alla gente di non dimenticarsi della tragedia che li aveva colpiti. Oggi il tragico epilogo.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Incidente frontale sulla strada provinciale ad Albino: coinvolte due auto....

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!