info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cultura > Lina Cabrini di Gorno è Padre del Folklore
Cultura

Lina Cabrini di Gorno è Padre del Folklore

Lina Cabrini di Gorno del gruppo Taissine nominata Padre del Folklore. Il riconoscimento è attribuito dalla FITP, la Federazione Italiana Tradizionali Popolari. Lina Cabrini di Gorno del gruppo Taissine è Padre del Folklore. Il riconoscimento le è stato attribuito dalla FITP, la Federazione Italiana Tradizionali Popolari, nella serata di venerdì 10 gennaio a Villa d’Almè […]

Lina Cabrini di Gorno del gruppo Taissine nominata Padre del Folklore. Il riconoscimento è attribuito dalla FITP, la Federazione Italiana Tradizionali Popolari.

Lina Cabrini di Gorno del gruppo Taissine è Padre del Folklore. Il riconoscimento le è stato attribuito dalla FITP, la Federazione Italiana Tradizionali Popolari, nella serata di venerdì 10 gennaio a Villa d’Almè in occasione della rassegna nazionale di Canti folklorici ed etnici.

I Padri del Folklore 

La FITP svolge da oltre quarant’anni la funzione di tutela e valorizzazione dei beni culturali etnografici immateriali ed immateriali. Questo è possibile grazie ai gruppi folklorici affiliati che praticano canti e balli delle tradizioni popolari delle diverse regioni italiane.

Per dare dunque un doveroso e giusto riconoscimento agli iscritti dei gruppi, la FITP ha istituito il riconoscimento definito Padre del Folklore che viene conferito annualmente dietro indicazione dei Comitati Regionali.

Il riconoscimento a Lina Cabrini

Quest’anno insignita Lina Cabrini, presidente delle “Taissine” di Gorno, un gruppo di donne che da anni 13 si impegnano nel recupero e nella divulgazione della tradizione mineraria della zona legata alla figura femminile.

“Ho accolto con stupore e immensa gratitudine il riconoscimento – spiega Cabrini -. Da quando il nostro gruppo nel 2014 si è affiliato alla FITP abbiamo sempre collaborato con l’associazione proponendo anche nuove idee. In particolare ci siamo fatte promotrici del raduno regionale che nel 2016 si è svolto proprio a Gorno in occasione del decennale del nostro gruppo”.

“Questo per me non è solo un riconoscimento – conclude Cabrini -. E’ soprattutto uno stimolo a fare sempre meglio impegnandomi, insieme alle mie donne, nel tramandare la nostra memoria soprattutto alle generazioni più giovani”.

La rassegna 

Quella di Villa d’Almè è la tredicesima edizione nazionale della rassegna di musica popolare targata FITP. Per la Lombardia è la prima in assoluto.

La rassegna inoltre rappresenta un vero e proprio concorso: a giudicarli sarà una giuria composta da 5 giurati selezionati tra esperti musicologi e membri della Consulta Scientifica FITP. 

Il programma 

Sabato 11 gennaio ore 15,30 presso la Sala Consiliare del Municipio di Villa d’Almè si terrà l’incontro dibattito dal titolo “Musiche e canti folklorici ed etnici tra tradizione e innovazione. Riflessioni”.

Alle ore 20,30 infine, al Teatro Serassi si terrà la Rassegna di musiche e canti folklorici ed etnici. Sul palco i gruppi musicali in concorso; seguiranno le premiazioni.

Per assistere alle due serate: ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria chiamando il numero 035.6321119.

Maggiori info a questo link

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Dal 31 gennaio al 2 febbraio torna Bergamo Sposi giunta...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!