info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Viabilità e diffamazione: solidarietà all’utente Facebook denunciato
Cronaca Val Seriana

Viabilità e diffamazione: solidarietà all’utente Facebook denunciato

Dopo le lamentele sui social arrivano le diffide da parte della Polizia Locale. Facebook insorge: solidarietà all'utente citato in causa.

Viabilità e diffamazione. Un binomio che in Val Seriana sembra ormai andare a braccetto. Dopo le lamentele sui social da parte degli automobilisti infatti, arrivano le diffide da parte della Polizia Locale. Ma Facebook insorge: solidarietà all’utente citato in causa.

Viabilità e diffamazione: “Attenzione a cosa scrivete sui social”

“Ragazzi fate attenzione a cosa scrivete nei commenti, ho appena ricevuto una denuncia per diffamazione dai vigili unione insieme sul serio speriamo di risolvere”. E’ questa uno degli ultimi post che ha acceso il dibattito (come se già non lo fosse) tra i più dei 6000 utenti del gruppo Facebook Viabilità in Valle Seriana .

L’utente in questione, residente ad Albino, nei giorni scorsi ha infatti ricevuto uno notifica. Il verbale è redatto da parte della Polizia Locale di Albino in qualità di sostituti di Polizia Giudiziaria in riferimento ad un commento diffamatorio.

Numerosi sono stati infatti i post e i commenti legati ad un posto di blocco programmato a Gazzaniga lungo la strada provinciale che mercoledì mattina scorso ha fatto irritare i pendolari.

Tra i punti interrogativi posti dagli automobilisti, il perché di un posto di blocco in un orario di punta, quando il traffico è già congestionato. I controlli in questione hanno infatti creato rallentamenti e diversi chilometri di coda.

Tra i commenti, alcuni dei quali molto espliciti e coloriti, anche quello dell’utente indagato per reato di diffamazione e sostenuto dal gruppo Facebook.

Solidarietà all’utente denunciato

Numerosi infatti le dimostrazioni di sostegno a favore dell’utente, giustificato nel suo atto perché esausto. Una situazione di esasperazione vissuta da tutti gli altri pendolari che ogni giorno affrontano code su una strada evidentemente sottodimensionata rispetto alle reali esigenze.

C’è chi scrive: “Io direi l’unione fa la forza. Tutti in tribunale a fare giustizia per te. Solidarietà a manetta”.

Davide Zanga, assessore del Comune di Albino, propone di sostenere economicamente le spese che dovranno essere sostenute. “Chiedo a tutti gli iscritti del gruppo – scrive – la possibilità di creare un fondo cassa per il concittadino. E’ stato citato per diffamazione da parte degli agenti dell’Unione sul Serio, per sopperire al pagamento delle spese legali a tutela non solo sua, ma di un’intera Valle.

La Polizia Locale è un organo che risponde alle volontà politiche ed amministrative del territorio di cui fa parte. Se come letto il reato sta nell’avere pubblicato un video in cui si ritraggono agenti intenti a fare posti di blocco anzichè gestire la congestione della rete viaria, sfido chiunque ad accettare un atto prepotente fatto da chi è chiamato a tutelare un territorio. Io ci sono e voi?”.

Tutti i diritti riservati ©

28 Commenti

  • 🕵 ha detto:

    Ci mancava solo il politicante rampante di turno che cerca di cavalcare la protesta e da pareri su competenze non sue, ora siete al completo…

  • Lorenzo ha detto:

    Il caos del traffico è fortemente causato da chi ha voluto introdurre lo scout speed, nuovi o vecchi limiti ormai la fobia multe è stata creata e chi ne paga le conseguenze sono le persone che devono farsi km e ore in macchina ogni giorno per andare al lavoro, non gare di velocità su e giù per la valle.
    Se queste persone (pagate dai cittadini e con lavoro assicurato a vita) fanno in parte l’opposto di quello che la popolazione ha realmente bisogno non capisco in che modo possano sentirsi “offese”, l’ex consorzio Valle seriana è stato sciolto perché era diventando ingestibile e fuori controllo.
    Credo che tutti i personaggi coinvolti nell’Unione, a partire dai sindaci, debbano farsi un bel esame di coscienza sul loro operato e se veramente stiano perseguendo un interesse pubblico.

    • MAXB ha detto:

      Concordo pienamente con il commento!

    • Walter ha detto:

      “…l’ex consorzio Valle seriana è stato sciolto perché era diventando ingestibile e fuori controllo.” Scusi vorrei capire dove ha preso questa notizia? A me non risulta ciò che lei ha scritto. Attendo di sapere grazie.

      • Lorenzo ha detto:

        Era diventato circa un ente autonomo (cosa che ovviamente non era) ed i comuni facevano fatica ad usufruire il servizio quando ne avevano bisogno, togliendosi i comuni sono venuti meno finanziamenti ed ente.

    • Castelli Paola ha detto:

      Concordo!!! Bravo!!!

  • MAXB ha detto:

    Buongiorno, penso sia un brutto atto di intimidazione da parte di chi ci dovrebbe in qualche modo aiutare a “vivere” meglio la nostra condizione di automobilisti, invece accade l’esatto contrario. Siamo sommersi di telecamere, Speedscout e autovelox vari, con veri e propri agguati, e multe con limiti superati di 1 KM/H. Viaggiare è diventato davvero difficoltoso, ma chi si muove per lavoro, non ha alternativa. Forse i pendolari della ValSeriana, sono stanchi di essere usati come Bancomat da “aziende addette al controllo della viabilità”, che vivono di bilancio proprio e in cerca di profitto ad ogni costo.
    Siamo letteralmente vessati da risposte del tipo, “SE NON LE VA BENE, FACCIA RICORSO”.
    Qui non serve “FARE POLITICA”, serve che chi ha delle responsabilità in questo ambito si muova, e ripensi a questa situazione che continua a scrivere capitoli negativi, sulla nostra vita e sul nostro portafogli. Buone code… Grazie, Saluti.

    • Walter ha detto:

      “…penso sia un brutto atto di intimidazione…”
      Qui qualcuno dovrebbe verammente contare fino a 100, e poi rileggere altre 100 volte ciò che ha scritto prima di postarlo.
      Atto di intimidazione far rispettare le regole?!
      Ma si rende conto di ciò che scrive?

  • stefano ha detto:

    Ma se il posto di blocco fosse stato svolto dai carabinieri o dalla polizia di stato… Avreste scritto la stessa cosa???!!!

    • Antonio ha detto:

      No, perchè sono un massa di pusillanimi.

      • Claudio ha detto:

        Credo che questa situazione si sia creata per un azione di controllo che è sempre più presente e percepita come pressante, lo scout speed quest’estate ha fatto esplodere il tutto.
        Vi sono sempre controlli, anche troppi se vogliamo, a partire dal THOR, velox, posti di blocco (esempio la postazione fissa al cavalcavia di Cene) sempre effettuati dai suddetti Vigili.
        La situazione viabilistica e lavorativa della valle non aiuta di certo ad allentare questo nervosismo e senso di oppressione anche con gli ultimi temi giunti nuovamente alle cronache (il treno perduto, l’autostrada mai realizzata), tutte cose che non fanno altro che alimentare il senso di frustrazione delle persone.

    • Giovanni ha detto:

      No perche’ carabinieri e polizia stradale hanno il rispetto deggli automobilisti

  • GIOVANNI ha detto:

    La liberta’ di pensiero e parola e’ sacrosanta in uno Stato democratico,
    il problema che siamo in Italia

    • Tomaso ha detto:

      Si, finchè non lede anche le libertà altrui.
      La diffamazione é punita per legge.
      Gli Agenti della Polizia locale stavano facendo un ottimo lavoro (come si evince dai risultati conseguiti quel giorno) non c’era bisogno di offfenderli.

  • Castelli Paola ha detto:

    Per fortuna che i cari vigili dell’Unione sul Serio (Unione fa la forza si dice…sì la loro e mi blocco qua!!) non leggono nel mio pensiero ogni volta che li vedo… Altrimenti altro che diffamazione… Io dovrei essere direttamente arrestata!!!!
    Ridicoli!!! Stiamo esagerando!!!

  • Giovanni ha detto:

    Buongiorno, visto l’ottimo lavoro svolto come affermaLei mi spiega perche’moltissimi automobilisti sono infuriati con i vigili del consorzio e non con agenti di altri paesi tipo Alzano e si che i controlli li fanno anche loro
    Grazie

  • Lorenzo ha detto:

    Era diventato circa un ente autonomo (cosa che ovviamente non era) ed i comuni facevano fatica ad usufruire il servizio quando ne avevano bisogno, togliendosi i comuni sono venuti meno finanziamenti ed ente.

  • Giovanni ha detto:

    Fare cassa viene usato anche verso il governo quando mette tasse per raccogliere velocemente denaro ma non ricordo nessun giornalista denunciato forse al governo sono meno permalosi certamente le denunce non creano buoni rapporti tra gli automobilisti e i vigili

  • ha detto:

    Chi ha voluto e deciso il posto di controllo in questione emanando un “ordine” per gli agenti di PL?
    Forse i leoncini da tastierà qui presenti sarebbe ora si informassero!
    Se già non lo sanno…

    • Giovanni ha detto:

      Non e’ il posto di blocco il problema ma i limiti assurdi e i controlli soffocanti non facciamo gare in auto ma andiamo al lavoro passare dai 70km ai 40 non e’ certo sicurezza e viaggiare con gli occhi al km non aiuta
      Le chiedo i limiti che erano stati messi e poi rimossi da chi erano stati decisi?
      Sa io sono ignorante e certe cose non le so grazie

  • Claudio ha detto:

    comunque è davvero singolare come una valle intera sia ostaggio di 6 comuni, bisognerebbe tenere fuori i comuni dalle arterie principali e garantire una politica omogenea su queste tratte.
    Se ogni comune si mette a fare quello che vuole nel suo pezzettino cosa succederebbe alla collettività?

    • Giovannii ha detto:

      Buongiorno, vorrei chiedervi una cosa
      Vedendo la cronaca di Valseriana News tutti i giorni secondo voi dopo l,abbassamento dei limiti e i controlli serrati sulla velocita gli incidenti sono diminuiti? Forse sbaglio ma a me non sembra ,grazie ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Si apre una voragine, Simone Moro finisce in un crepaccio....

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!