info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Sicurezza alla guida, controlli in bergamasca
Cronaca Bergamo

Sicurezza alla guida, controlli in bergamasca

Sicurezza alla guida, incontro in Prefettura a Bergamo per stabilire le strategie in materia di contrasto agli incidenti stradali.

Sicurezza alla guida: un tema caro al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica riunitosi ieri. Al centro della riunione, presieduto dal prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi, le strategie di prevenzione e contrasto agli incidenti stradali.

Presenti: il presidente della Provincia, il vicesindaco di Bergamo, il Questore, i comandanti provinciali dei carabinieri e della Guardia di finanza. Con loro il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, sindaci dei Comuni più grandi, i comandanti di alcune Polizie locali (tra cui quella di Clusone) e rappresentanti dell’Unione “Insieme sul Serio” e “Comuni della Presolana”.

Le cause degli incidenti

Durante la riunione sono state analizzate le principali cause di incidenti stradali. Queste sono ascrivibili prevalentemente al comportamento dei conducenti (distrazioni, guida sotto l’effetto di alcol o sostanze stupefacenti, eccesso di velocità). Sono state quindi valutate le iniziative da adottare per contenere il fenomeno. 

Sicurezza alla guida, quattro giornate con controlli straordinari

“In particolare – si legge nel comunicato della Prefettura – si è convenuto di dedicare quattro giornate a servizi di controllo straordinari, realizzati dalle forze di polizia e dalle polizie locali. I controlli sono finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei comportamenti che causano distrazioni durante la guida (in particolare l’uso di telefoni cellulari). Si vuole limitare inoltre il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e del casco nonché dell’eccesso di velocità”.

Specifici servizi saranno, inoltre, riservati al contrasto della guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di sostanze stupefacenti con particolare attenzione alle zone limitrofe ai locali e ai principali centri di aggregazione giovanile.

Iniziative formative nelle scuole

Con la collaborazione dell’Ufficio scolastico provinciale, inoltre, saranno promosse iniziative formative sul tema della sicurezza stradale rivolte ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie. Nell’ambito di queste iniziative sarà anche programmato un seminario rivolto ai giovani delle scuole superiori. 

Sicurezza alla guida e sicurezza dell’ambiente

Al termine dell’incontro, il Prefetto ha richiamato l’attenzione sulla necessità che vengano attuate dagli enti preposti tutte le misure finalizzate alla messa in sicurezza dell’ambiente. Tra queste il miglioramento della segnaletica e dell’illuminazione e degli attraversamenti e dei percorsi pedonali.

Tutti i diritti riservati ©

3 Commenti

  • MAXB ha detto:

    Buongiorno, ormai siamo assediati dai controlli. Ci mancava anche lo SpeedScout, che scorrazza su e giù per la Valle Seriana, a caccia più del profitto che della sicurezza. Purtroppo siamo costretti a viaggiare guardando più al contachilometri che alla strada. Poi, la questione cellulari mi trova d’accordo, ancora troppi guidatori col telefono in mano. In ogni caso, durante il giorno, ci sono agguati di ogni tipo, sembra di stare in uno stato d’assedio militare. Grazie Saluti….

  • enrico buttironi ha detto:

    sono d’accordo. Sembra di vivere in uno Stato di polizia.

  • Giovanni ha detto:

    Buongiorno , in direzione Bergamo altezza Esselunga il limite e’ di 40 km dopo
    i 70 km precedenti ho gia rischiato 2 tamponamenti e considerando che non ci si immette su un altra strada ma e’ la stessa che continua e’ veramente pericoloso altro che sicurezza .L importante e’ fare cassa .segnalo che le uscite ad Alzano e Torre Bold. hanno i 50KM di limite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Cani intrappolati in un cunicolo in Appennino. Straordinario intervento dei...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!