info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Gazzaniga, agente ferito con un coltello: denunciati in due
Cronaca, GAZZANIGA Media Valle

Gazzaniga, agente ferito con un coltello: denunciati in due

Gazzaniga, domenica un agente della Polizia Locale è rimasto ferito da un coltello: denunciati in due, un uomo e una donna.

Domenica l’Unità Operativa Radiomobile della Polizia Locale Unione Insieme sul Serio è stata impegnata nel controllo del Decreto “Coronavirus” a Gazzaniga.

Durante il pattugliamento gli agenti hanno dotato due soggetti sospetti, un uomo e una donna, mentre erano nei pressi di un parchetto. All’atto del controllo i due risultavano cittadini taliani rispettivamente di Alzano Lombardo classe 93 e Colzate classe 76. I due non sono stati in grado di giustificare la loro presenza sul territorio dell’Unione. Da controlli più approfonditi inoltre è emerso che i due soggetti avevano precedenti per uso di stupefacenti, sulla persona della donna è stato anche rinvenuto un grosso coltello a cui la stessa dava futili motivi sul possesso e il porto.

Durante le operazioni per la privazione dell’arma uno dei due agenti è stato ferito alla mano destra. Curato presso il pronto soccorso di Alzano è stato dichiarato guaribile in giorni 10 con 6 punti di sutura. 

I due sono stati così deferiti all’autorità giudiziaria per la violazione del Decreto “Coronavirus” e per porto abusivo di armi.

Tutti i diritti riservati ©

2 Commenti

  • Walter ha detto:

    Cose da tossici…
    Auguri di pronta guarigio all’agente ferito.
    Sperando che da pronto soccorso di Alzano non porti via qualcosaltro…

  • Angelo ha detto:

    Buongiorno ,
    a tutti oggi ricorre purtroppo il 1° mese dalla scorparsa del nostro caro ed amato da tutti dalla Vostra valle e da chi lo conosce in tutta la provincia di Bergamo ed da altre molte Province dove Lui è stato presente, Piero Camozzi deceduto non per colpa del corona virus. Ma per un banale esame cardiaco. Speriamo che presto scopriamo la verità. Grazie per l’attenzione. E ne vale la pena ricorlarlo per sempre. Ci manchi grande Piero, ciao Angelo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
ABF Bergamo lancia un concorso per gli studenti: insieme contro...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!