info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Verso Pasqua, la Comunità Montana chiede ulteriori controlli sulla strada provinciale
Cronaca Val Seriana

Verso Pasqua, la Comunità Montana chiede ulteriori controlli sulla strada provinciale

La Comunità Montana della Valle Seriana in vista della Pasqua ha inoltrato una lettera che chiede alle Forze dell’Ordine Provinciali e Locali di rafforzare i controlli.

La Comunità Montana della Valle Seriana in vista della Pasqua e del probabile afflusso di turisti verso le secondo case ha inoltrato una lettera che chiede alle Forze dell’Ordine Provinciali e Locali, quali Carabinieri, Carabinieri Forestali, Guardia di Finanza e Polizia di Stato, di rafforzare i controlli.

La lettera

Richiesta presenza forze dell’ordine sulla SP exSS671 della Valle Seriana

Egregi Comandanti,

nel ringraziarVi per il lavoro che state svolgendo a servizio del nostro territorio, sono a chiederVi ulteriore supporto.

Come sapete la ValSeriana è stata devastata dall’emergenza e non nascondo il timore che, con l’approssimarsi delle festività pasquali e in considerazione delle notizie sulla diminuzione dei contagi e dei decessi, alcuni utenti possano decidere di traferirsi presso le seconde case.

Tutti noi conosciamo bene il dramma della ValSeriana e gli sforzi realizzati e ritengo che non possiamo in alcun modo arrenderci ora. Per questo motivo sono con la presente a chiederVi di organizzare,sulla strada di cui all’oggetto, alcuni posti di blocco continuativi al fine di intensificare i controlli. Grato sin d’ora per la collaborazione che, in base alle Vostre disponibilità,Vorrete accordarci, colgo l’occasione per augurarVi Buona Pasqua.

Cordiali saluti.

IL PRESIDENTE
Giampiero Calegari

Tutti i diritti riservati ©

16 Commenti

  • Giorgio Orlandi ha detto:

    Benissimo,Sig.Presidente
    Sono d’accordo con lei,io ho la seconda casa a Songavazzo e rispetterò tutte le ordinanze del governo e delle regioni
    Grazie per tutto quello che fate buon lavoro e buona Pasqua
    Giorgio

  • Jonas ha detto:

    Ma questi solo lettere sanno fare?
    Persino la Polizia Locale dell’unione sul Serio fà di più, oltre che controllare come stanno ottimamente facendo ecc, consegnano pacchi ai bisognosi di loro iniziativa pagandoli di tasca propria e di questo sono grato nei loro confronti. Ed invece questi solo letterine…

  • Martino ha detto:

    Io la vedo diversamente. Agevolerei l’utilizzo delle seconde case, certo se ci vai devi rimanerci fino alla fine della quarantena. Il motivo è semplice, le seconde case sono in zone a bassa densità di popolazione e i proprietari provengono da zone ad alta densità. Esempio Valbondione e Cinisello Balsamo, Valbondione ha una densità di 10 abitanti per Kq, Cinisello di 6.000 per Kq. se vuoi applicare il distanziamento sociale, come più volte ed insistentemente ribadito da TUTTE le autorità politiche e sanitarie, dovresti favorire il diradamento delle zone densamente popolate. Altro esempio se vai al MD di Casnigo trovi 10/15 persone, se vai all’Esselunga di Sesto S.Giovanni ne trovi 300/400!
    Ritengo che impedire l’utilizzo delle seconde case oltre che fuori logica e contrario al contenimento pandemico sia anche EGOISTICA!!!

    • Alex ha detto:

      Il problema che in alta valle ci sono pochissimi servizi, le botteghe poche e care. Nel mio comune c’è solo una piccola bottega, non c’è un fruttivendolo, una macelleria, una cartoleria, il primo negozio di elettronica è a Clusone. Se salgono tutti quelli delle seconde case altro che Cinisello e Sesto, la gente dovrebbe continuamente spostarsi per tutte le necessità. È vero che la densità è bassa ma gente è concentrata in paese, non sulle montagne. Comunque un po di gente è già salita alle “seconde case ” che poi molte sono “prime case ” perché dichiarano false resistenze. Forse restare ognuno alla casa abituale di residenza è la cosa migliore.

    • Giovanni ha detto:

      Ci ha gia’ pensato il coronavirus a creare il distanziamento sociale visti i morti che contiamo nella ns. povera valle, se i medici dicono di rimanere a casa stiamo a casa. Abbiamo visto i risultati solo per non aver subito fatto la zona rossa ad Alzano e Nembro. Io saro’ egoista ma la polmonite e il coronavirus io li ho beccati se voi te ne do’ un po’ vedi sono generoso
      buongiorno

    • ???? ha detto:

      Certo tutti alle seconde case come avete già fatto a inizio focolaio portando in alta valle il virus era da chiudere ogni salita in alta valle già il 23 febbraio egoisti siete voi che volete fare la vacanza alla seconda casa mentre noi non possiamo nemmeno andare a trovare i nostri cari state dove siete che è meglio…avete già fatto abbastanza danno le prime domeniche di caos salendo da turisti come niente fosse

  • Ignorans ha detto:

    Martino non dire baggianate. Stattene tranquillo in casa così vediamo di abbreviare la doverosa permanenza che noi valligiani, senza tante storie, stiamo doverosamente rispettando. Se invece vivi in un buco senza un balcone, allungati in un parco… Ma è così difficile da capire?

  • gian ha detto:

    semplicemente, devono mettersi al ponte del costone, zambla e sovere tre punti soltanto e farli tornare indietro accompagnati da una robusta multa. cari turisti da week end, l’ alta valle seriana è gia stata massacrata abbastanza

  • Giovanni ha detto:

    Vi ricordate quando hanno detto passate una bella Domenica sulla neve che vi fa’ bene? infatti abbiamo visto come ha fatto bene a tutti. Sono 30 giorni che sono chiuso in una stanza senza contatti coi famigliari perche’ ho preso la polmonite e il virus ma non mi lamento e’ giusto cosi’ anzi sono fortunato di essere ancora vivo.Anche chi sta bene non puo’ muoversi pero’ a chi poverino ha la seconda casa magari con piscina lo lasciamo libero di fare come vuole.
    Preciso non e’ invidia la mia ma le regole valgono per tutti.

  • Marco ha detto:

    Ma non avete ancora capito di stare a casa se no iniziamo a lavorare a giugno con tutti voi che volete andare in giro, li poi vedete che fine fa la vostra seconda casa.

  • Martino ha detto:

    Ignorans. Io sono della Valseriana e non ho la seconda casa!!!
    Ma il Tuo ragionamento eè egoistico è fuori logica!
    A voi stà bene solo quando scaccano l’assegno per pagare la casa e quando pagano l’IMU per mantenere i vostri servizi!!!

    • Giovanni ha detto:

      Considerando come siamo messi a cotagi e morti, ho qualche dubbio che chi ha anche la seconda casa in valle ci voglia venire, pero’ e vero la stupidita’ non ha limite

  • MAX ha detto:

    IGNORANTI STATE TUTTI A CASA CHE è MEGLIO

    • MIN ha detto:

      Si purtroppo quello che scrive in maiuscolo ed esagera sempre con gli epiteti arriva sempre. Tanto così per non farsi mancare nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Flash news, le notizie video aggiornate di oggi mercoledì 8...