info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Politica > Renzi e i morti di Bergamo, sarebbe stato meglio tacere
Politica

Renzi e i morti di Bergamo, sarebbe stato meglio tacere

Pensavamo davvero di averle sentite tutte ma quello che ha detto oggi Matteo Renzi in Senato ha qualcosa di davvero raccapricciante. Il commento di Gessica Costanzo su TPI.it.

Pensavamo davvero di averle sentite tutte ma quello che ha detto oggi Matteo Renzi in Senato ha qualcosa di davvero raccapricciante se non fosse che la sua dichiarazione è reale ed è stata pure applaudita dal suo gruppo.

In riferimento alla ripartenza legata alla Fase 2 Renzi prima ha messo Conte di fronte a un aut aut: “Se lei sceglierà il populismo Italia Viva non sarà più al suo fianco”, ha detto, “se sceglierà la via della politica la aspetteremo là”.

Renzi: “Chi è morto a Bergamo se potesse parlare ci direbbe: ripartite anche per noi”

Poi il senatore fiorentino ha citato i morti di Bergamo: “Il Coronavirus è un nemico vigliacco, ma noi quando diciamo di ripartire pensiamo di onorare chi è caduto a Bergamo”, ha proseguito Renzi. “Chi è morto a Bergamo se potesse parlare ci direbbe: ripartite anche per noi. Tocca alla politica affrontare la nuova divisione nel paese, quella tra garantiti e non garantiti. Ho l’impressione che non stiamo mettendo in campo tutte le misure necessarie. La richiamiamo ad avere uno sguardo più ampio sul futuro economico. Saremo al suo fianco votando a favore il decreto del ministro Gualtieri, ma ora è il momento di agire, prevenire, non rincorrere”.

Al di là dell’appartenenza politica, quello che ci pare grave è la strumentalizzazione di migliaia di morti per ottenere consenso. A questo proposito, il giornale online The Post Internazionale, ha chiesto un commento al nostro direttore Gessica Costanzo, che riportiamo qui.

La risposta di Gessica Costanzo su TPI.it

Caro Renzi non usi i morti di Bergamo per parlare di ripartenza. Non ora e soprattutto non lei. Che evidentemente come molti dei suoi colleghi non ha capito nulla di quello che è successo qui. E non è solo una questione di dignità ma è soprattutto una questione di coerenza. E di rispetto. Proprio lei, che nel 2014 inaugurava la Brebemi, quella nuova autostrada che, insieme alla A4, permette ogni giorno a migliaia di lavoratori di spostarsi. Brescia, Bergamo, Milano. Avanti e indietro. Ogni giorno. Più agevolmente. Perché l’importante è produrre. E spostarsi. Indietro e avanti.

Milano, Bergamo, Brescia. Non a caso i tre poli per eccellenza dell’industria italiana dove il Coronavirus ha fatto una vera e propria strage. Lei, che da primo Ministro nel 2015 è stato in Val Seriana, proprio a Nembro, ospite della Persico Spa in occasione dell’assemblea di Confindustria. Lei la Val Seriana l’ha conosciuta. Ha visto che noi qui non ci fermiamo mai. Sa benissimo che andiamo a lavorare anche con qualche linea di febbre e stiamo spesso in silenzio davanti al padrone, perché così ci hanno insegnato.

Caro Renzi se lo ricorda quel gruppo di lavoratori in protesta a Nembro? Ecco. Oggi i bergamaschi sono quei lavoratori. Gli emarginati, i soggetti più deboli che hanno pagato il prezzo più caro. E perché? Perché qui non ci siamo mai fermati. Perché non chiudere gli ospedali e i focolai per evidenti motivi economici ha fatto sì che il contagio arrivasse ovunque. Anche nell’ultimo paesino sperduto sulle Orobie. Dove oggi si continua a morire. E così, oltre ad un sistema sanitario che ha fatto acqua da tutte le parti, oltre ad una gestione regionale fallimentare, oggi ci tocca pure sentire che voi onorate i nostri morti chiedendo di ripartire.

No caro Renzi, quelle persone oggi ci direbbero di fermarci. Di tutelare la salute di tutti. Qui, dove la maggior parte delle persone non sa ancora se è malata o no. E ha lavorato. E sta lavorando tornando a casa con la paura di contagiare i propri cari. Qui, dove la gente è morta per la mancanza di ossigeno. Qui, dove oggi un uomo si è suicidato perché non ha retto la pressione psicologica di essere potenzialmente infetto.

E sono proprio quei sacrifici e quella fatica che lei cita che oggi andrebbero onorati e che dovrebbero farvi riflettere. Voi politici tutti. Voi che dovreste essere in grado di metterci in condizioni di ripartire in sicurezza. Non di essere carne al macello come siamo già stati. L’ha detto lei: la vita dei bergamaschi è fatta di fatica e di sacrifici. E continuerà ad esserlo. Ma ora ci dovete rispetto. Tacendo. Che è l’unica cosa che per noi varrebbe davvero. Il vostro silenzio.

Tutti i diritti riservati ©

29 Commenti

  • roby.-. ha detto:

    Vivono su un altro pianeta ma arriveranno alla livella anche LORO

  • Tintori Maurizio ha detto:

    Renzi ti auguro di sprofondare nella c…. come i fascisti ipocriti che sono all’opposizione.
    P.S Voglio inoltre dire che sono apolitico anche perchè nessun partito mi rappresenta quindi non faccio distinzioni!

  • Max ha detto:

    Congratulazioni per la risposta di Gessica.
    Perquanto riguarda governo e Regione… meglio perderli che trovarli hanno detto di tutto ma non hanno fatto niente se non danno!

  • Gabriele ha detto:

    Gran bella risposta Gessica. Devono fare silenzio.

  • Luigi ha detto:

    Diceva di ritirarsi se avesse perso al Referendum, ma purtroppo per noi non è più riuscito (come tanti)…a staccare la colla dalla poltrona. Che delusione!

  • Ismael nina ha detto:

    Vermicello RENZI che no sei altro come tutti i politici. …

  • Daniela Zipoli ha detto:

    Complimenti alla giornalista per questo articolo, ferma risposta ad una vergognosa strumentalizzazione.

  • ricordi ha detto:

    Ricordo ancora quando renzi presidente del consiglio venne in visita alla Persico di Nembro, ricordo perfettamente. Come ricordo perfettamente chi ha voluto il Jobs Act. Ricordo parecchio di Renzi…

  • Tom ha detto:

    Ottimo lavoro su TPI Gessica, ottimo lavoro. E poi permettimi, sono fiero per te, di vedere il tuo nome accanto a quello di Marco Revelli…

  • Marco ha detto:

    Gran bella risposta, ti stimo sorella.

  • Giovanni ha detto:

    Rispetto, dignità e umilà, sono tre parole che i ns. politici non conoscono,
    le hanno rimosse dal loro vivere, si sentono superiori e intoccabili.
    I nostri morti vogliono solo giustizia, sono i vivi che devono ripartire
    per non morire di fame.
    Complimenti a Gessica per l’intelligente risposta, speriamo solo che riescano a recepirla, ma sinceramente ne dubito.
    Buona giornata

  • Daniele ha detto:

    Un bel tacer non fu mai scritto, sicuramente i ns. politici non l’hanno mai letta ne sentita perchè altrimenti molte volte starebbero zitti .

  • max ha detto:

    caro renzi spero che ti succedera anche a te di avere un lutto in casa te e tua famiglia ti diro una cosa sei un bastardo ignorante sei una persona viscida rovina famiglie unica cosa da fare prendi una vanga e scavati una fossa e chiuderti e etua famiglia e tutti i tuoi parlamentari siete una manega di schifosi e bastardi

  • Efrem ha detto:

    Matteo chi ???? Non merita neanche una risposta. Come del resto tutti i nostri politici . Brava Gessica.

  • gabriele ha detto:

    Invocazione di un nascituro dal grembo materno: “VI PREGO, POI, NON CHIAMATEMI MATTEO”…….

  • Lorenzo Noris ha detto:

    Una delle delusioni più grandi e non solo politica – di questi ultimi tempo…..

  • Giovanni ha detto:

    Guarda che c’è un detto che dice: morte augurata vita beata.

  • MAX ha detto:

    BISOGNA VOTARE SALVINI E BUTTARE GIU QUESTO SCHIFOSO GOVERNO CHE NOI DELLA LOMBARDIA LAVORIAMO DI PIu dei teroni bastardi dentro ce anche renzi il bastardo e cornuto e truffatore ROVINA FAMIGLIE come suo padre fon de galera RENZI VAI IN GALERA CHE è MEGLIO

    • Marco ha detto:

      Bisogna votare chi??? Non ti è bastato vedere come ci han conciati nella nostra bella Lombardia?cazzo ma siete proprio così o prendete pillole per esserlo ecchecazzo!

  • 🚬 ha detto:

    Forse hai dimenticato che, si chiamano entrambe Matteo. Io tutto ciò, non voglio credere sia una coincidenza (anche se lo é!) poi hanno iniziato tutti e due a Mediaset, dal cainano. Altra coincidenza…

  • elia capitanio ha detto:

    Gessica sei un fenomeno sono in Sicilia, dal dicembre u.s., e sono orgogliosa di avere in bergamasca una giornalista come te.
    Ovvio su Matteuccio la penso come te- Il fatto stesso che abbia visitato la Persico la dice lunga..
    Vai avanti cosi e se dovessi avere bisogno di te hai la mia mail e morgan ha pure il mio n. di cellulare.
    Grazie sono sicura diventerai una grande

  • al ha detto:

    Bella risposta della giornalista. Purtroppo non spero che arrivi al bersaglio.
    Oramai mi sembra chiaro che noi, bergamaschi, tanto ammirati per un sacco di cose ma, perennemente lasciati soli. Lo dimostra anche una visita brevissima del Presidente del Consiglio, in ritardo di due mesi, in ritardo di oltre 2,30, di notte……come i ladri. Non sarà un caso.
    Non illudiamoci: siamo da sempre stati usati, e lo continueremo ad essere. Non solo, da dobbiamo arrangiarci, come sempre

  • Sonia ha detto:

    Complimenti per aver strumentalizzato una frase senza considerare il contesto. Complimenti per lo spot elettorale a una Lega che ha prodotto i campioni che governano la regione Lombardia.
    Complimenti per la visione retrograda degli ambienti di lavoro e perché gli imprenditori vanno bene solo quando sponsorizzano, altrimenti sono i padroni che comandano (siamo rimasti al primo novecento come idea dell’imprenditoria).
    Non so cosa sia peggio, se l’articolo o i commenti.

  • elia capitanio ha detto:

    Brava giornaliste come te ce ne vorrebbero……..
    Perchè non scrivi un articolo sui MATTEO – 3 – Matteuccio, Quello con la corona in mano in tasca etc. e l’altro Calenda? che ora appare come il salvatore della patria? e poi “er toscanaccio” quello che voleva diminuire la reversibilità alle vedove perchè sua nonna prendeva 2 mila euro hai capito bene? la nonna…
    Non ho fede politica. La fede solo in Dio. e in giornaliste come te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Flash news, le notizie video aggiornate di oggi giovedì 30...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!