info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Politica > Le minoranze (tranne IV) firmano la sfiducia a Fontana
Politica

Le minoranze (tranne IV) firmano la sfiducia a Fontana

Le minoranze (tranne IV) firmano la sfiducia a Fontana per la gestione dell'emergenza Covid fatta di lacune e punti oscuri.

È stata depositata questa mattina a Palazzo Pirelli la mozione di sfiducia nei confronti del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. Il documento di 8 pagine è stato firmato da tutte le forze di opposizione (Pd, M5S, Civici, Azione e +Europa) tranne Italia Viva e fa riferimento alla gestione dell’emergenza Coronavirus da parte della Regione.

Dalla mancata zona rossa all’ospedale in Fiera

Nelle pagine si leggono riferimenti alla mancata zona rossa della Val Seriana, alla gestione delle Rsa, dall’apertura dell’Ospedale Covid alla Fiera di Milano dove i pazienti ospitati «sono stati poco più di una decina». E ancora: l’«inspiegabile ritardo» nelle forniture di mascherine e altri dpi, fino all’affidamento diretto e senza gara alla multinazionale Diasorin della realizzazione dei test sierologici. Non è citato invece il caso dei camici che ha coinvolto il governatore lombardo.

L’unica della minoranza a non firmare è stata la renziana Patrizia Baffi. La stessa Baffi si era prestata a presiedere la Commissione d’inchiesta – il suo nome era stato votato dal centro destra -. Commissione di fatto ora ancora in standby.

La mozione per chiedere le dimissioni di Fontana sarà discussa nella prima seduta utile dopo la pausa estiva, probabilmente già l’8 o il 10 settembre.

Tutti i diritti riservati ©

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Dopo il Covid l'Asst Bergamo Est ha un nuovo direttore...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!