info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Chiusura del punto nascita di Alzano, sono voci infondate
ALZANO LOMBARDO, Cronaca Bassa Valle

Chiusura del punto nascita di Alzano, sono voci infondate

A quasi un anno dall'inizio della pandemia che in Val Seriana ha trasformato l'operatività dell'ospedale di Alzano Lombardo, l'azienda ospedaliera smentisce la chiusura definitiva del punto nascita

A quasi un anno dall’inizio della pandemia che in Val Seriana ha trasformato l’operatività dell’ospedale di Alzano Lombardo, il primo ad essere travolto dall’ondata di Covid-19 che in bergamasca a causato circa 6000 vittime in soli due mesi, l’azienda ospedaliera Bergamo Est (ex Bolognini) smentisce la chiusura definitiva del punto nascita dello stesso ospedale.

Il blocco parto del Pesenti Fenaroli è il punto di riferimento per tutta la Val Seriana, soprattutto dopo la chiusura di quello dell’ospedale di Piario, in alta Valle, chiuso definitivamente nell’ottobre 2018. Lo stesso reparto di Alzano è chiuso da marzo dello scorso anno, quando il Covid-19 interessò tutto l’ospedale alle porte di Bergamo che, dopo l’accertamento dei primi positivi del 23 febbraio, venne riconvertito totalmente a ospedale Covid.

Punto nascita di Alzano, il comunicato dell’azienda

“Spiace apprendere – scrive in una nota l’azienda Bergamo Est -, ancora una volta, di voci infondate relative alla chiusura definitiva del punto nascita dell’ospedale Pesenti –Fenaroli di Alzano Lombardo. Nei nostri presidi ospedalieri sono purtroppo ancora presenti, seppur con numeri contenuti, pazienti affetti da Covid-19. Rimane attiva nei diversi presidi gestiti dall’ASST Bergamo Est (Seriate, Alzano, Lovere, Piario, Gazzaniga) l’organizzazione per aree differenziate (covid positivi, aree grigie, covid free) che condiziona in modo significativo l’intera attività ordinaria. E’ evidente che anche i percorsi ospedalieri risentono fortemente dell’organizzazione straordinaria venutasi a creare; l’imperativo è la messa in sicurezza dei pazienti stessi e l’attuale situazione epidemiologica non ci consente ancora un ritorno alla normalità“.

Non siamo ancora tornati alla normalità, il punto nascita resta chiuso

“Alla luce di questo – continua la nota – è alquanto prematuro l’annuncio ad oggi di una riapertura del reparto maternità dell’ospedale di Alzano Lombardo, che sarà possibile non appena le condizioni consentiranno di riprenderne l’attività. La stessa Regione Lombardia durante l’estate aveva ribadito di: ‘non aver previsto alcuna chiusura del punto nascita dell’ospedale di Alzano Lombardo’.

La decisione dell’Asst è stata inoltre assunta per motivi di carattere strutturale del presidio e dei protocolli Covid-19 da attuare, indicati dal Ministero della Salute. Non appena le condizioni consentiranno di poter operare in totale sicurezza per le gestanti e i neonati, il reparto tornerà alla sua regolare attività. Il reparto di Ostetricia-Ginecologia dell’Ospedale Bolognini di Seriate è stato potenziato ed è in grado di fare fronte alle richieste delle future mamme della Valle Seriana e non solo”. Peraltro l’attività ambulatoriale e diagnostica legata alla gravidanza non è mai stata interrotta e continua a svolgere il proprio ruolo, in stretto raccordo con il Consultorio.

Reparto maternità trasferito a Seriate

Nel periodo di emergenza Covid-19 l’Asst Bergamo Est, per garantire un’assistenza appropriata e in sicurezza delle gestanti, ha temporaneamente trasferito il reparto maternità, e quindi il personale ostetrico e ginecologico dell’ospedale Pesenti – Fenaroli, presso l’ospedale Bolognini di Seriate, da sempre attivo, anche in piena emergenza Covid-19. Per continuare ad assicurare l’accompagnamento alle gestanti della zona di Alzano è stato inoltre rafforzato il servizio di ostetrica del territorio.

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

  • ARNAldo ha detto:

    E ci mancherebbe altro, già ora non funziona e la nostra valle (dopo chiusura ASSURDA reparto osp Piario) é sempre più terzo mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Meteo in Val Seriana: inizio settimana mite con qualche debole...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!