info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Apertura degli impianti sciistici: in attesa della conferma
Cronaca

Apertura degli impianti sciistici: in attesa della conferma

L'incontro con il Comitato tecnico scientifico è in programma per questa settimana. L'Assessore alla montagna, Massimo Sertori, dichiara che serve serietà e occorre fare scelte per non compromettere maggiormente la stagione invernale.

Il mondo dello sci e della neve è stato tra i più colpiti dalla pandemia di coronavirus: gli impianti sciistici, infatti, sono rimasti chiusi e non hanno potuto aprire le loro porte ai tantissimi sciatori e appassionati. “È prevista per questa prima settimana di febbraio – dichiara l’Assessore alla montagna, enti locali e piccoli comuni, Massimo Sertori -, ma non né abbiamo la certezza, la riunione con il comitato tecnico scientifico che dovrebbe approvare il protocollo messo a punto dalle regioni per la riapertura degli impianti sciistici, accogliendo tutte le osservazioni avanzate dallo stesso comitato tecnico scientifico. Non abbiamo pertanto ragione di pensare che non verrà approvato”.

Quando è prevista l’apertura degli impianti sciistici

Il decreto tutt’ora in vigore prevede la riapertura degli impianti sciistici per il prossimo 15 febbraio. Il ministro Boccia ha dichiarato che avrebbero presto assunto una decisione definitiva in merito alla data, in quanto diventa elemento fondamentale per la sopravvivenza dell’economia di montagna. Secondo il parere dell’Assessore Sertori, non vi sono più alibi: “Abbiamo una situazione epidemiologica migliore rispetto a una settimana fa ed è stato predisposto un protocollo che prevede una serie di restrizioni anti contagio per consentire un’apertura in totale sicurezza. Non ci sono più motivi ostativi rispetto all’apertura degli impianti del 15 febbraio.

L’auspicio è che non solo il comitato tecnico scientifico formalizzi quelli che di fatto è già nell’intesa, ma che lo faccia in tempi ragionevoli consentendo così agli operatori di potersi organizzare con la ripartenza. Non salveremo certamente la stagione invernale, già fortemente compromessa, ma attenueremo il danno subito da un comparto che ha sofferto molto a causa della pandemia. Siamo in un momento in cui serve serietà, basta rimandare, occorre fare scelte”.

Una decisone, quella della riapertura degli impianti, molto attesa anche in Valle Seriana e in Val di Scalve, dove sono numerose le stazioni sciistiche in attesa di riaprire i battenti. Nel corso di questi mesi invernali gli impianti sono rimasti funzionanti solamente per gli atleti agonisti.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Scout speed ridotto da 7 giorni a 2 giorni, intransigenza...