info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Da lunedì l’ufficio postale riapre il doppio turno a Clusone
Cronaca Clusone

Da lunedì l’ufficio postale riapre il doppio turno a Clusone

Da lunedì 15 febbraio l'ufficio postale riapre il doppio turno a Clusone. Poste Italiane ha messo in atto una riorganizzazione per garantire servizi efficienti

Poste Italiane ha previsto un graduale e costante ripristino dell’offerta dei servizi su tutto il territorio nazionale, con un progressivo ampliamento dell’operatività degli uffici postali, pur nella attuale emergenza pandemica. A partire da lunedì 15 febbraio, altri uffici postali della provincia di Bergamo torneranno ad osservare orari e giorni di apertura secondo le modalità di offerta previste prima dell’avvento della pandemia. In particolare l’ufficio postale di Clusone ripristinerà il doppio turno, tornando disponibile per la clientela dal lunedì al venerdì dalle 8:20 alle 19,05, il sabato fino alle 12:35.

Tornerà alla consueta apertura anche l’ufficio di Montello, passando dagli attuali tre giorni a sei  settimanali. Sin dal primo momento dell’emergenza sanitaria Poste Italiane si è impegnata per garantire un accesso in sicurezza per dipendenti e clienti degli 242 uffici postali della provincia di Bergamo.

Riorganizzazione dei servizi e tamponi per dipendenti

Le disposizioni in vigore che regolamentano gli accessi alle sedi di Poste Italiane, hanno comportato una parziale riorganizzazione dei servizi offerti dall’Azienda con la finalità di limitare al massimo gli assembramenti.

L’Azienda ha avviato un programma di screening con tamponi rapidi che coinvolge, su base volontaria, circa 670 dipendenti degli uffici postali della provincia allo scopo di individuare per tempo eventuali casi di positivi asintomatici al Covid-19 limitando così il diffondersi del contagio.

Poste Italiane ha inoltre chiesto per i dipendenti che svolgono la loro attività a contatto con il pubblico l’accesso prioritario alla campagna di vaccinazione in corso: “Chiediamo priorità nella vaccinazione per i nostri dipendenti in prima linea – ha dichiarato il Condirettore Generale Giuseppe Lasco – per i nostri lavoratori l’Italia è sempre stata zona bianca”.

Inoltre negli uffici postali della provincia di Bergamo sono stato installati dei termoscanner per la rilevazione della temperatura corporea, davanti ai quali i clienti devono sostare pochi secondi prima di poter accedere nella sala al pubblico. L’accesso viene interdetto nel caso di temperatura rilevata superiore ai 37.5°. 

Si ricorda che al fine di limitare code e assembramenti e per agevolare l’operatività del servizio è ora necessario prenotarsi per richiedere il rilascio dell’Identità Digitale SPID, Poste Italiane evidenzia di avere esteso tale possibilità a tutti gli uffici postali della provincia di Bergamo, anche i più piccoli e periferici e privi del Gestore delle Attese. L’appuntamento può essere fissato tramite una delle APP di Poste Italiane (Ufficio Postale, BancoPosta o Postepay), il sito web www.poste.it oppure tramite Whatsapp al numero 371-5003715. Per sveltire le operazioni e ridurre i tempi di attesa, Poste Italiane consiglia ai clienti interessati di effettuare la pre-registrazione on-line al sito www.posteid.poste.it.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
A Lizzola, in alta Val Seriana, pronte tutte le piste...