info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Piattaforma vaccini in tilt, dalla Regione: “Solo rallentamenti”
Cronaca

Piattaforma vaccini in tilt, dalla Regione: “Solo rallentamenti”

Piattaforma vaccini della Lombardia in tilt: dopo 2 ore oltre 100mila persone in coda. Dalla Regione: "Solo rallentamenti nell'invio sms"

Alle 15 di lunedì 15 febbraio, due ore dopo l’apertura della piattaforma di Regione Lombardia dedicata ai vaccini anti covid per gli over 80, il sistema regionale è già in tilt. A segnalarlo tantissimi cittadini: come si può vedere dal nostro accesso alla piattaforma sono ben oltre le 100mila le persone in coda.

Come sta funzionando la piattaforma vaccini: le spiegazioni dalla Regione

Alle 15.15, dopo poco più di due ore dall’avvio del servizio sono 12.095 le adesioni raccolte sul portale messo a disposizione da Regione Lombardia (vaccinazionicovid.servizirl.it), per le vaccinazioni anti covid degli ultra ottantenni. Di queste 1.488 sono state effettuate tramite le farmacie e 88 dai medici di base. 114.000 sono gli utenti in coda. Al momento si sta rilevando qualche rallentamento nella generazione da parte del gestore telefonico dell’SMS necessario alla validazione del numero di cellulare inserito; nell’attesa la sessione potrebbe scadere richiedendo un nuovo accesso. Regione Lombardia ha già provveduto a contattare il gestore telefonico affinché la problematica venga risolta al più presto.

Si ricorda che l’adesione può essere espressa senza fretta anche nei prossimi giorni e che l’ordine di registrazione sulla piattaforma non corrisponderà all’ordine in cui si verrà vaccinati. La priorità sarà data ai cittadini ultracentenari, che in Lombardia solo oltre 4.000, a scalare sarà il turno degli ultra novantenni fino ad arrivare ai nati nel 1941. 

La reazione del consigliere Carretta

A sottolineare quanto sta accadendo anche il Consigliere regionale Niccolò Carretta (AZIONE): “Non mi aspettavo altro se non quello che mi stanno segnalando moltissimi cittadini: il portale di Regione Lombardia non funziona e per le migliaia di lombardi in attesa da ore non sarà possibile, per ora, prenotare il vaccino promesso da Fontana. Aver poi incluso farmacie e medici di base in una procedura complicata e che per di più non funziona, senza un coinvolgimento vero e proprio degli stessi operatori è stata una mossa scorretta nei confronti del lavoro straordinario che farmacisti e medici di medicina generale stanno facendo da mesi. Sarà mia premura chiedere conto di questo ennesimo scivolone che, purtroppo, incrementa i motivi di pensare che la gestione dell’emergenza in Lombardia sia la peggiore d’Italia. Una vergogna”.

Tutti i diritti riservati © 

7 Commenti

  • Roberto Perego ha detto:

    Spero che il portale sia stato fatto da stagisti gratuitamente xche se l’hanno pagato bisognerebbe fare i nomi e cognomi di chi l’ha fatto e di chi li ha scelti

  • Margherita ha detto:

    Non capisco per quale motivo ci si debba precipitare immediatamente tutti a prenotare ! Non è che se aspetti qualche giorno campi di meno… è veramente assurdo questo sgomitare per un vaccino che nemmeno sanno se funzionerà davvero come dicono le case farmaceutiche… ma loro hanno interessi miliardari !

  • 🙄😬 ha detto:

    É colpa di Conte é colpa di Conte!😬🙄

  • Carlo57 ha detto:

    Bertolaso & Moratti : NON sono adatti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Da oggi in farmacia è attiva la prenotazione della vaccinazione...