info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Simone Moro termina la sua spedizione al Manaslu
Cronaca

Simone Moro termina la sua spedizione al Manaslu

Dopo quelli del 2015 e del 2019, arriva in giornata il terzo arrivederci di Simone Moro al Manaslu. L'alpinista ricorda però che la sua voglia di azione è ancora molta e la lista dei sogni è lunga.

Termina oggi, lunedì 22 febbraio, la spedizione invernale di Simone Moro al Manaslu in Nepal. Dopo quelli del 2015 e del 2019, è il terzo arrivederci al Manaslu invernale. A dare l’annuncio è lo stesso alpinista bergamasco tramite i suoi canali social: Moro spiega che le condizioni della montagna e metereologiche l’hanno indotto a rinunciare all’impresa anche quest’anno.

“I miei limiti e le mie capacità – scrive Simone Moro – sono altamente inferiori a quelle della montagna che ho incontrato in questi tre inverni. L’accettazione di questo mi ha permesso fino ad oggi di sopravvivere ai miei sogni e a far prevalere la testa al cuore”. L’inizio del 2021 è stato tragico e difficile per tutto il mondo dell’alpinismo a causa del lutto che ha coinvolto amici e compagni di cordata di Moro che dal K2 non sono più tornati.

L’inverno finisce il 20 marzo, ma il permesso di Moro scade il 28 febbraio: “Si può chiedere un’estensione, ma ho pensato e riflettuto circa i segnali che il destino e le vicende tragiche di questo 2021 mi hanno mandato. Ho fatto tutte le mie mete invernali tra il 21 dicembre e il 28 febbraio, migliorabili nello stile e modalità, ma impeccabili dal punto di vista temporale. Voglio così mantenere questa caratteristica accettando anche quest’anno la terza rinuncia al Manaslu”.

Simone Moro chiude il suo messaggio ricordando tutti gli amici alpinisti che hanno perso la vita, non solo in Himalaya, ma sulle montagne di casa e nel resto del mondo. Non manca un augurio di energie positive ad Alex, Inaki, Eneko, Anna, Aitor e Phelipe: “Li supporterò emotivamente e moralmente nelle decisioni che prenderanno nei prossimi giorni. Saranno sicuramente quelle giuste per loro”. Girare pagina non significa terminare un percorso, spiega infine Moro: la sua voglia di azione è ancora molta e la lista dei sogni è lunga.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati ©

4 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Due anni senza la Fera di palpacüi a Gandino.