Seguici su

ARDESIO

L’aria di Ardesio in una barattolo, il nuovo souvenir di “Vivi Ardesio”

“Aria di Ardesio, porta la montagna a casa tua”. Il nuovo souvenir di Vivi Ardesio.

Pubblicato

il

Se fosse possibile imbottigliare tutte le emozioni che ci risveglia un viaggio, un’esperienza immersi nella natura o la visita di un borgo, l’incontro con una nuova cultura e le sue tradizioni? Con l’obiettivo di promuovere il proprio territorio l’associazione Vivi Ardesio ha lanciato una nuova iniziativa: l’Aria di Ardesio in barattolo.

“Aria di Ardesio, porta la montagna a casa tua” è lo slogan che accompagna questa nuova iniziativa, lanciata in questi giorni dall’associazione di promozione turistica del paese. Un souvenir originale: un piccolo barattolo di vetro sigillato con un’etichetta colorata, rossa, verde o azzurro, che ne riporta il contenuto, le quantità, il luogo di
“raccolta”, e le modalità di conservazione.

Le dichiarazioni del presidente di Vivi Ardesio

“L’aria in barattolo è un’occasione per promuovere il nostro meraviglioso territorio, ricco di storia, arte e cultura, paesaggi meravigliosi, un luogo dove poter respirare l’aria fresca di montagna- spiega Simone Bonetti, presidente di Vivi Ardesio-. Certo, esistono dei precedenti in Italia e nel Mondo. La nostra idea è che insieme all’Aria di Ardesio si possa portare a casa anche un po’ delle nostre montagne: i ricordi di una vacanza o delle persone incontrate sul proprio cammino, l’emozione di un’escursione in quota o di una passeggiata immersi nella natura, magari in riva al fiume”.

L’obiettivo resta dunque quello di promuovere il territorio, anche attraverso un’idea originale e un po’ folle come quella di imbottigliare l’Aria di Ardesio raccolta tra le vie e le piazze del centro storico, in quota a Valcanale, tra le Orobie e in riva al fiume Serio. Coinvolti nel progetto anche alcuni bambini di Ardesio, protagonisti del video
promozionale dell’iniziativa che mostra anche le bellezze ardesiane.

I barattoli di Aria di Ardesio sono disponibili da lunedì 19 aprile, presso l’ufficio di Vivi Ardesio e sono proposti in tre versioni: Centro Storico (etichetta rossa), Alta Quota (etichetta verde) e Fiume Serio (etichetta azzurra).

Continua a leggere le notizie di Valseriana News e segui la nostra pagina Facebook

3 Commenti

3 Comments

  1. 🤣 🤗

    19 Aprile 2021 at 15:26

    Burloni, questa mi ricorda quella dell’artista Piero Manzoni. Cambia la qualità del prodotto ma sciào… 😊 🤣

  2. dinorotta

    19 Aprile 2021 at 21:22

    Questo si che significa ” pagare l’aria che respiriamo” .
    Battuta di spirito, Auguro che questa iniziativa abbia successo

  3. Mario

    20 Aprile 2021 at 11:54

    Manca solo il famoso brandy (etichetta nera)

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *