info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > 30 anni di insegnamento, la scuola dell’infanzia di Piario saluta la maestra Maura
Cronaca, PIARIO Alta Valle

30 anni di insegnamento, la scuola dell’infanzia di Piario saluta la maestra Maura

Dopo trent'anni di insegnamento la maestra Maura Rodigari va in pensione: colleghe, bambini, genitori e collaboratori scolastici la salutano con parole di riconoscenza.

La scuola dell’infanzia di Piario, in Alta Valle Seriana, saluta con affetto e riconoscenza la maestra Maura Rodigari, prossima alla pensione dopo 30 anni di insegnamento a Piario. Bambini, genitori, colleghe, collaboratrici scolastiche ed ex alunni esprimono così parole di ringraziamento nei confronti della maestra: “Cara maestra, molti bambini che hai incontrato nel tuo percorso sono oggi genitori, segno del fatto che i tuoi insegnamenti sono stati fondamentali nella crescita dei tuoi alunni. Noi tutti siamo grati per aver trasmesso la passione e la dedizione dei confronti del tuo lavoro che in tutti questi anni hai mostrato di avere. I tuoi preziosi consigli hanno lasciato nella memoria di tanti bambini e genitori”.

La maestra Maura Rodigari è stata salutata anche grazie ad una festa a sorpresa nella giornata di giovedì 24 giugno, organizzata nel pieno rispetto delle norme anti covid: nell’occasione erano presenti anche il sindaco di Piario, Pietro Visini, e un agente della Polizia Locale del paese che hanno consegnato alla maestra un riconoscimento.
“La tua disponibilità e gentilezza continueranno ad essere fonte di ispirazione per la scuola dell’infanzia di Piario – si conclude così il messaggio di ringraziamento -. Siamo molto contenti di averti conosciuto e vogliamo farti le nostre congratulazioni per il traguardo raggiunto”. Sulla facciata esterna dell’edificio della scuola dell’infanzia è stato appeso un cartellone che recita “Grazie maestra Maura”.

Gioia Masseroli

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
“L’acqua e la comunità”. Il ruolo del Bacino Imbrifero Montano...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!