info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Morì di covid: Casnigo ricorda Cristian Persico
CASNIGO, Cronaca Val Gandino

Morì di covid: Casnigo ricorda Cristian Persico

A poco più di un anno dalla sua scomparsa Casnigo ricorda Cristian Persico, morì di Covid dopo cinque mesi di lotta.

A poco più di un anno dalla scomparsa, è in programma giovedì 9 settembre a Casnigo l’evento “Cristian nel cuore”, destinato a commemorare Cristian Persico, il giovane di 34 anni morto per i postumi del Covid 19 nell’agosto dello scorso anno, dopo cinque mesi di ricovero all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. A poco più di un anno dalla scomparsa, è in programma giovedì 9 s

Sposatosi appena un anno prima (8 giugno 2019) con Sara Vavassori originaria di Celadina, Cristian era un giovane solare e generoso, sempre in prima fila nelle iniziative legate all’Oratorio, al CAI, al Photoclub Sömeanza ed al baghèt, l’antica cornamusa bergamasca, di cui era valente suonatore nel solco di una consolidata tradizione di famiglia. A stringere in un caloroso, infinito abbraccio Sara, papà Renato e tutti i familiari saranno gli amici di sempre, che hanno condiviso con Cristian momenti indimenticabili.

Il programma della serata

Alle 20 sarà celebrata la messa al Cimitero, presieduta dal casnighese don Mario Carminati, parroco di Seriate e zio di Cristian. Alle 20.45, all’Oratorio Giovanni Paolo II seguirà una partita di calcio a sette giocatori “Primo Trofeo Cristian Persico a.m.”. Saranno presenti per un ricordo in musica anche gli amici “bagheter”. Alle 21.45 verrà invece posata la targa memoriale che ricorderà per sempre Cristian e con lui la mamma Angioletta Carminati (morta per un malore a 58 anni durante il raduno annuale dei bagheter alla Ss.Trinità di Casnigo) e lo zio Gian Andrea Carminati, morto a soli 31 anni a causa di un ictus.

La storia di Cristian aveva profondamente commosso la comunità di Casnigo, duramente colpita dalla pandemia. In poche settimane in paese se ne erano andati l’arciprete don Giuseppe Berardelli, il giovane fotografo Emiliano Perani, Dario Franchina, Santino Cattaneo e Gianmario (Gimmy) Ruggeri.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Riqualificare l'offerta sportiva per rendere più attrattivo il territorio dell'altopiano:...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!