info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Albino: vietato fumare nei parchi pubblici
Cronaca Albino

Albino: vietato fumare nei parchi pubblici

Ad Albino dal 12 ottobre entra in vigore il divieto di fumare nei parchi pubblici

Dal 12 ottobre 2021 in tutti i parchi pubblici del territorio di Albino entrerà in vigore, tramite ordinanza, il divieto di fumare. Chiunque violi le disposizioni della presente ordinanza, fatta salva l’applicazione di norme penali o di altre norme speciali in materia, sarà punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro. Verrà esposta la segnaletica verticale e gli operatori del Corpo di Polizia Locale di Albino, nonché gli altri organi di polizia, saranno incaricati della vigilanza per l’osservanza della presente ordinanza.

L’ordinanza

Premesso che secondo i dati deII’Organizzazione Mondiale della Sanità il consumo di tabacco rappresenta uno dei più grandi problemi di sanità pubblica, la seconda causa di morte a livello mondiale e il più grande fattore di rischio evitabile per la salute, anche per i non fumatori;

Valutato che, l’imposìzione di divieti e di limitazioni nei luoghi di Iavoro, nei locali aperti al pubblico e nelle aree all’aperto di pertinenza delle istituzioni del sistema educativo di istruzione e di formazione, introdotti dall’art. 51 della Legge 16 gennaio 2003 n. 3, ha senza dubbio ridotto l’esposizione al fumo passivo e indotto diversi fumatori a ridurre il numero di sigarette fumate quotidianamente o a smettere di fumare;

Considerato che l’Amministrazione comunale ritiene di primaria importanza, assicurare il rispetto delle norme vigenti in materia di fumo e intende promuovere sul territorio comunale comportamenti responsabili e favorevoli alla salute e più rispettosi dell’ambiente e degli spazi della comunità che siano d’esempio per le nuove generazioni;

Ritenuto opportuno adottare una regolamentazione più stringente con riferimento agli spazi aperti frequentati da soggetti maggiormente ‘vulnerabili, quali i parchi attrezzati con giochi per bambini, volta a garantire una più salutare fruizione delle aree gioco dedicate ai bambini, lontano dai rischi derivanti dall’esposizione al fumo passivo;

Appurato che: tale iniziativa è finalizzata a scoraggiare la propensione al tabagismo e deriva dall’esigenza di salvaguardare l’incolumità pubblica dalle problematiche derivanti da tale fenomeno;

Valutato altresì che con il presente provvedimento vengono tutelati interessi pubblici primari, quali la pubblica sicurezza, la salute dei cittadini, in applicazione dei principi costituzionalmente garantiti;

Ravvisato inoltre di estendere il divieto di fumo relativo ai parchi pubblicì, anche alle rispettive aree pertinenziali adiacenti, e dato atto che Io stesso riguarda un ambito territorialmente circoscritto e ben delimitato e quindi congruo rispetto alle finalità e non irragionevolmente indeterminato;

ORDINA

A far data dal 12 Ottobre 2021 e comunque dalla apposizione della prescritta segnaletica verticale il divieto di fumare in tutti i parchi pubblici deì territorio comunale e aree pertinenziali agli stessi

AVVERTE

che chiunque violi le disposizioni della presente ordinanza, fatta salva l’applicazione di norme penali o di altre norme speciali in materia, è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 ad G 500,00.

DISPONE

Gli operatori del Corpo di Polizia Locale di Albino nonché gli altri organi di polizia sono incaricati
della vigilanza per l’osservanza della presente ordinanza.

Contro il presente provvedimento è consentito presentare ricorso al T.A.R. di Brescia per incompetenza, eccesso di potere o per \/Colazione di legge entro 60 giorni dalla pubblicazione all’albo pretorio.

Della presente ordinanza viene data comunicazione mediante pubblicazione all‘albo comunale, nonché nei consueti modi di diffusione.

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

  • sticazzi ha detto:

    A volte fumo, a volte no, per periodi di 4 mesi. Questo perchè ho incontrato nella mia vita persone che mi hanno indotto ad intraprendere scelte di questo tipo.
    Non per ordinanze scritte alla carlona.
    Completamente in disaccordo, riguardo il comune di Albino che si sta poco a poco allineando al comune di Alzano Lombardo, dove amministrano per fare cassa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Appuntamento live di qualità: al Teatro Circolo Fratellanza di Casnigo...