info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Vaccino anti Covid19: i numeri delle terze dosi in provincia di Bergamo
Cronaca Bergamo

Vaccino anti Covid19: i numeri delle terze dosi in provincia di Bergamo

Terza dose anti Covid19: quasi 130.000 somministrazioni fatte in Bergamasca a ieri 262.000 terze dosi prenotate e 120.000 disponibilità residue sino al 28 febbraio 2022

Sono quasi 130.000 le terze dosi di vaccino anti Covid19 inoculate in Bergamasca dal 20 settembre a ieri, 2 dicembre. Un risultato importante che vede la provincia di Bergamo contribuire in misura significativa alla campagna di Regione Lombardia. Nelle 128.629 somministrazioni rientrano anche 9.264 ospiti di RSA (residenze anziani). Ma non solo: sul mese di dicembre i centri vaccinali della Bergamasca hanno già oltre 165.000 prenotazioni e una disponibilità residua di circa 51.000, con una potenzialità media di oltre 9.000 vaccinazioni al giorno, considerando anche le domiciliari e altre categorie (udo sociosanitarie, etc.). 

Vaccino anti Covid19: potenziale copertura del 69,7%

Complessivamente tra dicembre (165.319), gennaio (59.331) e febbraio (8.518) sono 233.168 le prenotazioni già effettuate. Invece le disponibilità residue per chi intende vaccinarsi con la terza dose sono 120.067 distribuite tra dicembre (51.364), gennaio (26.160) e febbraio (42.543). 

Se verranno sfruttate tutte queste disponibilità, potenzialmente al 28 febbraio 2022 si arriverà a un totale di oltre 480.000 persone vaccinate con tre dosi. 353.812 somministrazioni di terza dose (periodo dicembre-gennaio-febbraio) cui vanno aggiunte quelle fatte sino a ieri dal 20 settembre (128.629). In termini percentuali dunque, rispetto al target della coorte dei soggetti eligibili clinicamente e normativamente ciò significa una copertura in proiezione al 28 febbraio pari al 69,7%.  

A dare questi numeri è Massimo Giupponi, direttore generale dell’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo, che guarda con “soddisfazione a una ripresa a pieno ritmo dell’organizzazione bergamasca per le vaccinazioni in tutte le sue componenti: ASST, privati accreditati, farmacie, RSA, RSD e domiciliari (tra Medici di Medicina Generale e Assistenza Domiciliare Integrata)”. 

E’ dell’altro giorno, mercoledì 1° dicembre, l’incontro promosso dall’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo con gli operatori privati. Questi, entro il 6 dicembre, indicheranno le loro ulteriori disponibilità e pertanto ATS Bergamo si aspetta di poter aggiungere disponibilità per ulteriori terze dosi. 

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Il Ministero dell'Interno ha 30 giorni per spiegare perché non...