info@valseriananews.it
Valseriana News > EVENTI > Schilpario, domenica 1° maggio aperto il Museo storico militare – foto
EVENTI, SCHILPARIO Val di Scalve

Schilpario, domenica 1° maggio aperto il Museo storico militare – foto

In occasione del raduno di veicoli storici a Lovere, a Schilpario è aperto il Museo storico militare di Silvano Bettineschi

Una sfilata di veicoli storici quali camion, corriere e trattori hanno attraversato oggi (sabato 30 aprile) le strade della bergamasca. Il gruppo si è spostato dal lago d’Iseo passando per la Val Seriana e la Val di Scalve, in occasione del 4° raduno di veicoli storici in corso a Lovere con tappa a Schilpario dov’è attivo il Museo storico militare che sarà aperto anche domenica dalle 10 alle 17. Il Museo si trova in località Fondi ed è la collezione privata di Silvano Bettineschi, collezionista e restauratore per passione. Anche l’esposizione al porto turistico di Lovere continua domenica 1° maggio dalle 10 alle 18.

A Schilpario il Museo militare: Silvano Bettineschi racconta la sua passione

“Recupero e restauro personalmente mezzi storici tra autocarri, macchine agricole, movimento terra, militari e non – spiega Bettineschi -. Qualsiasi mezzo che abbia scolpito la storia che ci appartiene.  Ho dedicato anni di ricerca, duro e paziente lavoro per riportarli alle condizioni originali di quei anni, dare l’impressione di vivere il mezzo come era a quel tempo”.

Tutto è partito da un vecchio camion, un GMC americano, del papà di Silvano: “Dopo averlo acquistato – continua Bettineschi – lo ha usato per oltre vent’anni per pulire la neve dalle strade della Valle di 
Scalve. È stato il mio primo intervento di recupero; un camion che ho smontato e rimontato per ben 
tre volte. Questo avveniva ogni qualvolta tornavo dalle fiere specializzate nel settore, in cui riuscivo a raccogliere suggerimenti e pezzi originali da sostituire”.

Da lì Silvano ha cominciato a partecipare a dei raduni  in Italia e all’estero, a girare l’Europa, Belgio, Olanda e Francia. “Si tratta di un collezionismo un po’ insolito – conclude Bettineschi -, iniziato appassionandomi a tutto ciò che era vecchio, poi poco a poco mi sono indirizzato principalmente sui mezzi militari americani. Ho anche però, pezzi inglesi, canadesi e italiani come un Lancia esadelta, un 626 con rimorchio, un 639 prima serie, un 682 e anche il famoso “mulo meccanico” 3×3 della Guzzi, insomma un po’ di tutto”.

Il Museo storco militare – foto Giuliano Fronzi

La sfilata di veicoli storici

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

  • gianluca ha detto:

    molto interessante il museo storico sarebbe da visitare .. … ma da serina come dovrei fare per venire a visitarlo? con quali mezzi pubblici? e li il solito problema delle valli mai risolto… la domenica niente autobus .. i collegamenti sono pochi
    anche settimanalmente e nei festivi non c’e’ .. serina e’ troppo ferma al b24liberator caduto a zorzone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
L'unione fa la forza: ASD Juvenes Gianni Radici e ASD...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!