info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Sport > Presolana Race: il primo nome nell’albo d’oro è quello di Marco Rebagliati
Sport Alta Valle

Presolana Race: il primo nome nell’albo d’oro è quello di Marco Rebagliati

Presolana Race: il primo nome nell'albo d'oro è quello di Marco Rebagliati. Il ligure si impone nella gara organizzata da Promoserio e dal Gs Marinelli davanti a Stefano Dal Grande e Johnny Cattaneo

È quello di Marco Rebagliati il primo nome nell’albo d’oro della Presolana Race, la gara marathon organizzata da Promoserio, il Gruppo Sportivo Marinelli e il Gruppo Volontari Presolana e che ha richiamato a Rovetta e sui sentieri della Conca della Presolana oltre 300 biker.

Il portacolori della Wilier 7C Force, al termine di una gara giocata sul filo dei secondi, ha preceduto di mezzo minuto il vicentino Stefano Dal Grande (Olympia Factory Team), con il bergamasco Johnny Cattaneo, compagno di squadra del vincitore, terzo a 2′ e 47″.

Un exploit, quello sui sentieri dell’Alta Valseriana che rende perfetto il weekend del biker ligure, già andato a segno il giorno prima alla Valsugana Wild Ride.

«Meglio di così non poteva andare: due vittorie in due giorni ottenute in corse durissime e di vera mountain bike», conferma Marco Rebagliati«Nonostante la stanchezza di ieri, ho provato ad attaccare subito. Con me sono rimasti il mio compagno Johnny Cattaneo e Stefano Dal Grande: facendo leva sulla superiorità numerica abbiamo messo in difficoltà Stefano, fino a guadagnare quei metri che sono risultati decisivi per gestire la seconda parte del percorso».

Il vincitore ha attaccato sin dalla prima asperità anche perché il percorso disegnato da Marzio Deho (che ha concluso la prova al quarto posto assoluto, primo tra i master) prevedeva le maggiori difficoltà altimetriche nei primi 23 km, con la scalata al Blum, alla Presolana e al Vareno.

«Tre gpm non lunghissimi, ma con pendenze severe», analizza il biker ligure. «E non bisognava sottovalutare la seconda parte, caratterizzata da una discesa tecnica su fondo ghiaioso che esaltava le qualità tecniche di chi sa portare il mezzo. Io non conoscevo il percorso, ma ne avevo parlato con Johnny, che lo aveva provato una decina di giorni fa. Me lo aveva descritto in maniera puntuale e mi ha permesso di gestire la gara nel modo migliore».

Oltre ai tre elite, al via come sempre tanti amatori, molti dei quali assidui frequentatori del circuito Easy Cup, di cui la Presolana Race rappresentava il sesto atto. Le vittorie di categorie sono andate appannaggio di: Riccardo Avogadro (Mtb Parre, categoria junior), Roberto Gasparini (Team Morotti, categoria Elite Master Sport), Nicolò Zappa (Lissone Mtb, categoria Junior Master Sport), Mattia Finazzi (Lissone Mtb, categoria M1), Andrea Tombolato (Mdl Racing Crew, categoria M2), Omar Codenotti (Stefana Bike, categoria M3), Claudio Segata (Team Todesco, categoria M4), Marzio Deho (Olympia Factory Team, categoria M5), Guido Rumi (Team Bike Gussago, categoria M6), Baldassare Mangerini (Monticelli Bike, categoria M7), Valerio Garattini (Niardo for Bike, categoria M8) e Giuseppina Ferrari (Sprint Bike Lumezzane, Master Woman 2).

In virtù di questi risultati, le nuove maglie del circuito Easy Bike sono: Paolo Agosti, Stefano Moretti, Andrea Tombolato, Omar Codenotti, Claudio Segata, Michele Bazzanella, Guido Rumi, Baldassare Mangerini, Alberto Pellizzaro, Valentina Garattini, Giuseppina Ferrari e Maria Grazia Mattinzioli.

Entusiasta il commento di Claudio Martinelli (numero uno del Gs Marinelli) e di Maurizio Forchini (presidente di Promoserio), che hanno avuto con loro sul palco il presidente dell’Avis di Rovetta, i Giuliano Covelli e Michele Schiavi, sindaci di Songavazzo e Onore, l’assessore del comune di Rovetta Marco Migliorati, il consigliere regionale Roberto Anelli e il presidente della Comunità Montana Valle Seriana Giampiero Calegari.

«Per prima cosa voglio ringraziare gli atleti che ci hanno dato fiducia», esordisce Martinelli. «Volevamo che fosse una bella giornata per loro, su un percorso divertente, paesaggistico e completo. Spero si siano divertiti e che possano diventare i nostri migliori testimonial in vista della prossima edizione del 2023».

Spetta a Maurizio Forchini ringraziare invece tutti i volontari, imprescindibili per la buona riuscita della manifestazione.

«Oggi vediamo il frutto di un lavoro durato mesi e che ha coinvolto associazioni, enti comunali e istituzioni. Abbiamo lavorato molto per organizzare questo evento e ci sarà ancora molto da fare per dare la giusta visibilità a un territorio bellissimo e che, con la pista ciclabile rimessa a nuovo, ha tanto da offrire agli amanti della bicicletta».

Il vincitore – 31enne di Celle Ligure, Marco Rebagliati è stato in passato uno dei migliori rappresentanti del pattinaggio di velocità, specialità in cui ha vinto quattro titoli italiani, quattro titoli europei e due titoli del mondo. Quest’anno ha colto l’11° posto ai campionati italiani marathon, il 18° posto al debutto alla Cape Epic e l’ottavo posto all’Andalucia Bike Race, sempre in coppia con Ole Hem.

I raduni – Oltre alla Presolana Race, da segnalare che sullo tesso tracciato degli amatori si sono cimentati anche un’ottantina di cicloturisti che hanno dato vita al raduno delle e-bike; con loro altri 40 pedalatori che invece hanno optato per il percorso adatto alle famiglie di 17 km, interamente ricavato nei sentieri dell’Altopiano di Clusone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articolo precedente
Articolo precedente
"Magut Race Corsa dei muratori", A Selvino trionfo di Alessandro...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!