info@valseriananews.it
Valseriana News > ALZANO LOMBARDO > Zona rossa e preparazione del servizio sanitario alla pandemia: ad Alzano una serata aperta alla cittadinanza
ALZANO LOMBARDO, EVENTI Bassa Valle

Zona rossa e preparazione del servizio sanitario alla pandemia: ad Alzano una serata aperta alla cittadinanza

L'incontro con la giornalista Francesca Nava e il professor Andrea Crisanti si inserisce in un programma di iniziative dell'associazione Alzano Viva - Cittadinanza Attiva che dal settembre 2022 coinvolgono i cittadini in collaborazione con diversi gruppi ed associazioni sul tema della partecipazione e della cittadinanza attiva

Covid, le verità negate. È il titolo del libro inchiesta edito da Tpi e scritto da Francesca Nava (giornalista investigativa inviata di Presadiretta Rai 3), che sarà presentato lunedì 21 novembre per la prima volta ad Alzano Lombardo, epicentro della pandemia in Italia. Con Nava, già autrice del libro “Il focolaio. Da Bergamo al contagio nazionale” pubblicato da Laterza nel 2020, dialogherà il microbiologo Andrea Crisanti, il primo a isolare il focolaio di Vo’ Euganeo in provincia di Padova. Il professor Crisanti, oggi senatore del partito democratico, dopo gli ottimi risultati ottenuti nel contenimento della prima ondata pandemica in Veneto, è stato chiamato come consulente tecnico dalla procura di Bergamo che sta indagando, da oltre due anni e mezzo, sulla strage Covid-19 in Val Seriana. Mentre Nava affronterà gli aspetti più spinosi di questa vicenda, attraverso documenti inediti (come il decreto in foto che avrebbe dovuto chiudere la bassa Valle Seriana), storie dimenticate e retroscena sui protagonisti di quelle settimane, il professor Crisanti ci aiuterà a comprendere quali siano oggi le prospettive della sanità italiana sulla base della lezione che questa pandemia ci ha consegnato.

“Al di là dell’indagine dei magistrati – spiegano gli organizzatori -, esiste una verità storica, che non per forza coincide con quella giudiziaria. Compito dei giornalisti è ricostruire quanto accaduto negli anni della pandemia, per capire che cosa sia successo nelle prime cruciali settimane in cui il virus da Bergamo, focolaio italiano, si è diffuso in tutto il Paese. Chi ha fatto pressioni per non creare la zona rossa in Val Seriana? Il governo nazionale e regionale che ruolo hanno avuto? Il servizio sanitario si è dimostrato all’altezza? Siamo pronti a non commettere più gli stessi errori? A queste e molte altre domande i relatori proveranno a rispondere in un incontro con la cittadinanza”.

L’appuntamento di questa sera, lunedì 21 novembre alle 20.45, è presso l’auditorium Nassiriya – Teatro degli Storti via Peppino Ribolla, Alzano Lombardo (BG). L’evento è organizzato da Cittadinanza Attiva – Alzano Viva in collaborazione con Liceo Edoardo Amaldi di Alzano L.do e Cartolibreria Nani Alzano L.do.
Ingresso libero. Consigliato l’uso della mascherina. Per informazioni 340/5842274.

Tutti i diritti riservati ©

Un Commento

  • Alberto ha detto:

    “Consigliato l’uso della mascherina” è altamente rappresentativo dei due anni di provvedimenti antiscientifici presi durante questa “pandemia”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Previsti accumuli di pioggia mediamente attorno ai 30/40 millimetri, cadrà...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!