info@valseriananews.it
Valseriana News > CLUSONE > “L’anima e il tempo” Cosetta Arzuffi a Clusone
CLUSONE, EVENTI

“L’anima e il tempo” Cosetta Arzuffi a Clusone

Nuova tappa della mostra itinerante "L'anima e il tempo" di Cosetta Arzuffi che sarà ospitata nel Museo della Basilica di Clusone

Dopo le tappe di Romano di Lombardia e di Bergamo, da sabato 3 dicembre 2022 a domenica 8 gennaio 2023, le opere raffinate e profonde  di Cosetta Arzuffi saranno ammirabili nel Museo della Basilica di Clusone. La mostra sarà visitabile nei seguenti orari: dalle 16 alle 18 sabato 3 dicembre – giorno di  inaugurazione. Dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 i giorni: Domenica 4 dicembre – da Mercoledì 7 dicembre a Domenica 11 dicembre – Sabato 17 – Domenica 18 Dicembre – Sabato 24 Dicembre – da Lunedì 26 dicembre a Domenica 8 gennaio 2023.

L’anima e il tempo – Nei fatti della vita

Il processo creativo messo in atto da Cosetta Arzuffi è complesso e ha origine col sondare il nucleo emozionale più profondo di sé per poi estrarre quel “sentire” attraverso un’operazione che si potrebbe dire maieutica, scavando nelle pieghe più intime, per rendere visibile l’invisibile.

“Il rapporto di Arzuffi con la materia e il colore – spiega Angelo Piazzoli, curatore della mostra – è una lotta pacifica, senz’armi, che finisce sempre con un canto nel quale l’artista penetra temi universali come l’interrogarsi sul nostro essere nel mondo. Lo spiega bene quando scrive della necessità di far “cantare il colore”, l’elemento che più degli altri costruisce i volumi e gli spazi che ospitano le piccole-grandi verità (Il ciclo della vita, Rinascita, Risveglio, Impulso vitale…) di cui ci parla con un linguaggio misurato ed efficace, denso di simbologie. Soprattutto tramite il colore, prezioso e steso a velature sovrapposte con pazienza infinita, Cosetta Arzuffi dà concretezza al suo fare artistico che inizia come crescita personale, ma non rimane atteggiamento chiuso in sé (e la chiave di lettura si trova nelle estensioni poetiche dei titoli delle opere in catalogo) configurandosi come atto d’amore verso l’umanità.”

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Martedì 29, alle 15, nell’Auditorium della Biblioteca di Seriate. Incontro...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!