info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Piazzapulita (La7) torna sull’inchiesta Covid della Val Seriana
Cronaca Bassa Valle

Piazzapulita (La7) torna sull’inchiesta Covid della Val Seriana

Giovedì sera Piazzapulita (La7) torna sull'inchiesta Covid della Val Seriana e di Bergamo

Giovedì sera Piazzapulita (La7) torna sull’inchiesta Covid della Val Seriana e di Bergamo svelando, nel servizio di Alessio Lasta, i retroscena sui giorni che hanno portato alla creazione delle zone rosse in Lombardia tra febbraio e marzo 2020 e i contenuti segreti della perizia depositata alla procura di Bergamo che sta indagando sulle mancate chiusure. La Val Seriana e la Lombardia vennero chiuse solo l’8 marzo. Ma se la zona rossa fosse stata istituita prima, quante vite sarebbero state risparmiate? I documenti della perizia che la trasmissione ha avuto modo di visionare parlano chiaro: 4148 morti in meno con la chiusura il 27 febbraio e 2659 morti in meno con la chiusura il 3 marzo. Perché questa attesa? Chi decise di rimandare le chiusure? E perché?

E poi, tra gli altri temi al centro della puntata, la manovra economica, le modifiche al reddito di cittadinanza e la catastrofe di Ischia. Tra gli ospiti di Corrado Formigli: il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini (Pd); la Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Matilde Siracusano (Fi); lo psicoanalista Massimo Recalcati; i giornalisti Lucia Annunziata, Mario Calabresi, Antonio Padellaro e Bruno Vespa; il fisico epidemiologo della Northeastern University di Boston Alessandro Vespignani; l’ex coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico Agostino Miozzo e Nunzia De Girolamo.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente
Cambio ai vertici e passaggio di testimone: novità per l'Impresa...