Seguici su

Cronaca

Paolo Franco incontra Ilaria Lamera, la studentessa di Alzano che campeggia davanti al Politecnico di Milano

Ilaria Lamera, 23enne studentessa di Ingegneria Ambientale, si è accampata davanti al Politecnico di Milano contro il caro affitti

Pubblicato

il

L’assessore alla Casa e Housing Sociale della Regione Lombardia, Paolo Franco, si è recato ieri, giovedì 4 maggio, al giardino davanti al Politecnico di Milano per incontrare Ilaria Lamera, la studentessa di 23 anni originaria di Alzano Lombardo che da qualche giorno sta dormendo in tenda per protestare contro il caro affitti.

“La prima parte del mio lavoro – spiega l’assessore Franco – consiste nell’ascolto e in questo caso il modo migliore per intercettare le esigenze dei giovani era quello di andare di persona ad ascoltare Ilaria. A lei e ai suoi compagni di studi ho spiegato quello che Regione ha fatto e farà per loro, a partire dai mix abitativi, nei quali credo molto”.

“Li ho invitati in assessorato per un colloquio più istituzionale, insieme ai rappresentanti degli studenti e delle università, compresi i rettori. In questo modo – conclude l’assessore Franco – la Regione potrà intercettare le esigenze dei nostri studenti e cercare le soluzioni migliori”. 

Chi è Ilaria Lamera

Ilaria Lamera, 23enne studentessa di Ingegneria Ambientale, si è accampata davanti al Politecnico di Milano con una tenda e un cartello: “Basta affitti insostenibili” per protestare contro il caro affitti milanese. Rimarrà lì, notte e giorno, fino a domenica 7 maggio. Intanto anche il sindaco Beppe Sala ha accolto il suo appello telefonandole e coinvolgendola nel tavolo degli affitti. Una protesta simbolica quella di Ilaria che però ha centrato l’obiettivo sui temi annosi del pendolarismo (documentato anche sui suoi social) e dell’impossibilità, per molti, di studiare lontano da casa.

Tutti i diritti riservati ©

Continua a leggere le notizie di Valseriana News e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *