Escursione alla vetta del monte Cimone in territorio di Valbondione ammirando i laghi della Val Cerviera.

La croce del monte Cimone

Nuova emozionante escursione nel cuore delle Orobie bergamasche circondati dalle cime più imponenti nella splendida conca del Barbellino in territorio di Valbondione. In questa nuova uscita della “Guida del Cuore” scopriremo la Val Cerviera, una valle incontaminata, che con i suoi laghi naturali offre un paesaggio alpino davvero unico.

Lasciata la macchina a Valbondione ci si incammina lungo l’itinerario che porta al Rifugio Antonio Curò (tempo percorrenza 2h – 2h 40′ tempo C.A.I. 3h – 3h 30′). Arrivati al rifugio seguendo il percorso panoramico, si costeggia per circa 10 minuti il lato destro della diga del Barbellino sino alla cascata della Val Cerviera. Si lascia il sentiero e ci si incammina in direzioni laghi di Val Cerviera (tempo di percorrenza 1h 30′).

Il Pizzo Recastello

Giunti ai laghi circa 2300 m s.l.m, sulla cima del monte Cimone posta in direzione sud rispetto ai laghetti, si intravede la croce in legno. Facendo attenzione a non perdere il tracciato lasciandoci guidare dagli ometti in pietra, si risale seguendo il canale di destra che ci porta sulla cresta nord abbastanza esposta ma non impegnativa.

Giunti in cresta la si segue sino ad arrivare alla croce (2531 m s.l.m – tempo 40 dai laghetti), facendo attenzione agli ultimi 50 metri per la presenza di pietre franose.

Per la discesa consigliamo il percorso di risalita.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.