info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Lungo il Serio ogni tipo di rifiuto, in 40 puliscono il fiume – foto e video
Cronaca

Lungo il Serio ogni tipo di rifiuto, in 40 puliscono il fiume – foto e video

In 40 oggi in media Val Seriana per ripulire dai rifiuti il fiume Serio. Il gruppo “Amici del fiume Serio” punta ora a diventare un’associazione. Un pomeriggio costruttivo all’insegna di un obiettivo comune: il bene del fiume Serio. Ha riscosso successo la prima raccolta collettiva di rifiuti promossa dal gruppo “Amici del Fiume Serio” che si è […]

In 40 oggi in media Val Seriana per ripulire dai rifiuti il fiume Serio. Il gruppo “Amici del fiume Serio” punta ora a diventare un’associazione.

Il gruppo partecipante all’iniziativa

Un pomeriggio costruttivo all’insegna di un obiettivo comune: il bene del fiume Serio. Ha riscosso successo la prima raccolta collettiva di rifiuti promossa dal gruppo “Amici del Fiume Serio” che si è svolta questo sabato pomeriggio nei territorio della media Val Seriana da Colzate a Cene.

Partecipanti all’evento, nato spontaneamente dal gruppo Facebook “Amici del Fiume Serio“, cittadini e anche alcuni amministratori, tra cui il sindaco di Vertova Luigi Gualdi, insieme ad alcuni ospiti della cooperativa Ruah della struttura di Cene.

Raccolti, grazie alla donazione di sacchi e all’utilizzo di alcuni mezzi per la rimozione messi a disposizione da privati, diversi rifiuti di ogni genere: dai resti dei picnic e delle grigliate consumante in estate, fino ad un carrello della spesa.

Ascolta l’intervista a Roberto Picinali, promotore dell’iniziativa.

Dopo questa prima iniziativa comunitaria e condivisa, ora il gruppo punta a diventare un’associazione per operare lungo tutto il territorio in cui scorre il fiume Serio da Valbondione, in alta Val Seriana, fino alla pianura cremasca.

Clicca sulle foto per ingrandirle.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Dopo il ricorso degli operatori privati, il Tribunale delle acque...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!