Hacker, PC colpiti da virus, problemi con WiFi e bluetooth ci sembrano eventualità molto rare e “virtuali”. Ma ci sono anche problemi concreti e reali che possiamo gestire meglio con un app.

In questa rubrica parliamo spesso di sicurezza informatica, di programmi “hackerati” o di malintenzionati che possono prendere possesso del nostro PC o smartphone a nostra insaputa. Ma ci sono minacce e problemi di sicurezza più concreti: furti, incendi, incidenti stradali o sul luogo di lavoro.

Per fronteggiare queste “minacce”, molto più frequenti di quelle informatiche, ci viene incontro l’app ufficiale di AREU, l’Azienda Regionale Emergenza Urgenza che ha il compito di gestire e far evolvere il sistema di emergenza e urgenza sanitaria sul territorio.

Già da alcuni anni in Lombardia i numeri rapidi per contattare polizia, carabinieri, vigili del fuoco e sistema sanitario sono stati unificati nel Numero Unico dell’Emergenza 112, recependo una normativa europea.

Da qualche tempo AREU ha anche rilasciato “Where ARE U”, un app che può essere molto utile in tutti quei casi in cui dobbiamo attivare e segnalare un emergenza, sia sanitaria che di altro tipo.

Con un gioco di parole tra “where are you”, cioè “dove sei” in inglese e ARE U (il nome dell’azienda), questa app, ovviamente gratuita e semplicissima da scaricare e usare, permette agli operatori del 112 di gestire meglio e più rapidamente le emergenze.

Ma come?

Il principio base è che praticamente tutti i telefonini hanno un GPS integrato e quindi quando chiamiamo il numero 112 tramite l’app per segnalare un emergenza, il telefono può rilevare con molta precisione la nostra posizione e la segnala direttamente agli operatori, anche quando non sappiamo esattamente dove ci troviamo o abbiamo difficoltà a descrivere esattamente il luogo di un incidente.

L’app permette anche di fare una chiamata “muta”: con le apposite icone, se non vogliamo o non possiamo parlare (ad esempio se siamo in casa e ci accorgiamo che c’è un ladro…) riusciamo comunque a inviare una richiesta di assistenza del tipo corretto.

Come fare ad averla? Where ARE U è disponibile per iOS, Android e Windows Phone. La troviamo su where.areu.lombardia.it oppure su Apple app store, Google Play store o Windows phone app store, cercando “112 Where ARE U”.

Una volta scaricata è necessario registrarsi: nell’utilizzo reale è come se stessimo chiamando telefonicamente il 112, con il vantaggio di fornire già i dati di chi chiama e la posizione.
E’ possibile seguire una piccola dimostrazione di come usarla e prendere confidenza con le funzioni (poche, semplici ed immediate) senza attivare realmente un emergenza.

Il servizio non riguarda solo la Lombardia: ad oggi è attivo anche in Liguria, Trentino Alto Adige, Friuli, alcune province dell’est della Sicilia e la provincia di Roma, ma verrà gradatamente esteso anche sul resto del territorio nazionale.

Cosa aspettate a scaricarla? Potete davvero fare qualcosa di concreto, per voi o per chi ha bisogno di soccorsi urgenti. Tanto il telefonino ce l’abbiamo sempre in tasca!

Rubrica a cura di Igor Brusetti, per saperne di più clicca qui.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.