Il solstizio d’estate 2018 avrà luogo giovedì questo, ovvero il 21 giugno 2018, che sarà il giorno più lungo dell’anno. Questo giorno, infatti, è quello in cui, nel nostro emisfero, il giorno inteso come ore di luce è più lungo e la notte intesa come ore di buio la più corta di tutto l’anno.

Già dalla primavera e i primi raggi di sole scaldanti, nasce la voglia di uscire, di farsi qualche passeggiata, di respirare aria pura. Alcuni ne approfittano pure per lasciare l’ambiente chiuso della palestra e allenarsi fuori. Sono scelte personali. Di sicuro il nostro corpo e la nostra mente richiedono anche l’esterno e ne veniamo dunque attratti.

Il segreto è uscire di casa. La nostra è l’epoca della comunicazione virtuale, in cui si sono moltiplicati i dispositivi che ci permettono di fare sport all’interno del nostro salotto. Tuttavia l’attività fisica che più ci fa bene è quella che possiamo svolgere al di fuori delle mura domestiche e delle palestre, appropriandoci così di benessere e salute all’aria aperta.

In primo luogo, fare ginnastica all’aria aperta concorre al miglioramento di diverse patologie in quanto, dilatando i vasi sanguigni e rendendo il sangue più fluido, riduce il rischio di infarti e contribuisce al controllo dell’ipertensione arteriosa.

Ma i benefici sono tanti altri come diminuzione della massa grassa,  miglioramento dello stato d’animo, aumento della tonicità muscolare e della flessibilità articolare.

In generale fare sport all’aria aperta in una dimensione meno grigia artefatta e urbana ci permette  di ricordarci di vivere lo sport non come una costrizione o sacrificio, piuttosto come un gesto affettuoso che stiamo donando al nostro corpo e che ci permette di guardarci allo specchio con maggiore serenità.

Infatti, godersi una corsa o una pedalata all’aria aperta, immersi nel verde è una vera boccata di ossigeno, in tutti i sensi: la mente ne esce rigenerata, le energie ricaricate, rabbia, stress e tristezza subiscono un contraccolpo più duro rispetto a quanto sarebbe possibile tra le pareti di una sala pesi in palestra. Bisogna però scegliere con attenzione anche dove, preferendo aree verdi, come parchi e giardini, rispetto al grigiore dell’asfalto, dei marciapiedi e dello smog.

Qualsiasi attività dunque si scelga, la quota verde è molto importante. Io personalmente organizzo sempre corsi gratuiti aperti al territorio nei parchi immersi nella natura. Proprio questo giovedì inizia il corso di zumba fitness al parco Patronato San Vincenzo di Clusone alle h 20.30 mentre martedì prossimo quello in Baitella a Songavazzo nella cornice della loro location estiva all’aperto.

Passate parola, io vi aspetto!

Per restare sempre informato sulle attività FITNESS sempre aggiornate e più trendy che propongo, seguimi su facebook alla pagina “Giusy Gaiti – Fit by G” oppure sul mio sito web.

Tutti i diritti riservati @

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.