Incontro nella sede di ATS Bergamo con i sindaci della Provincia di Bergamo e l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera.

“Oggi la sanità sta vivendo un periodo di particolare sofferenza – ha dichiarato oggi in conferenza stampa nella sede di ATS a Bergamo l’Assessore regionale al Welfare Giulio Gallera -, ci tengo però a sottolineare che nessun presidio ospedaliero in provincia di Bergamo verrà chiuso”.

“Occorre creare una rete ospedaliera condividendo la scelta con le amministrazioni locali – ha continuato l’assessore -. Eravamo abituati ad avere dei presidi ospedalieri dove l’offerta sanitaria era troppo ramificata, oggi il nostro compito è quello di investire sul personale e sui metodi da impiegare per rafforzare le vocazioni di ciascun presidio ospedaliero sopratutto nelle aree di montagna continuando sulla linea adottata nel 2017. Per il punto nascita di Piario la deroga non viene concessa ma tale scelta non dipende da Regione Lombardia, siamo costretti a mettere in pratica ciò che ci è stato imposto dal ministero. Entro settembre dirò quali saranno le scelte per rafforzare l’ospedale mettendomi al tavolo con gli amministratori”.

Il primo incontro con gli amministratori sarà disposto entro fine luglio.

“Gli amministratori facciano quello che vogliono fare – ha concluso Gallera in merito alla decisione dei sindaci della Valle di intraprendere un’azione legale (leggi qui) -, è giusto che prendano le loro decisioni facendo ricorso al tar, la legge è nazionale e io sono tenuto a farla rispettare”.

Ascolta le dichiarazioni dell’assessore.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.