“Siete germoglio di vita”, il vescovo Beschi a Gandino per il Bicentenario delle Orsoline.

“Voi siete un germoglio di fede e mostrate al mondo e alle donne il volto di Dio”. Le parole del Vescovo di Bergamo mons. Francesco Beschi hanno salutato la “storia che continua” delle Suore Orsoline di Gandino, che con una solenne concelebrazione eucaristica nella Basilica di S.Maria Assunta a Gandino hanno ricordato domenica 2 dicembre 2018 il Bicentenario di fondazione. 

Un corteo orante ha preso le mosse dal convento di via Castello, casa madre dell’Istituto fondato il 3 dicembre 1818 da don Francesco Della Madonna. In apertura madre Raffaella Pedrini, dal 2012 alla guida delle Orsoline, ha ricordato il cammino di fede e missione che ha attraversato due secoli e ringraziato il Vescovo, la comunità di Gandino e quanti in ogni angolo del mondo sono vicini alle suore ed alla loro attività educativa.

Nell’omelia mons. Beschi ha ricordato come “il Signore promette un futuro a tutto il popolo di Dio ed anche alle suore. Viviamo nella promessa del Signore, che a volte dimentichiamo. La nostra fede consiste in questa promessa di bene che Dio mantiene, sempre”. “La realizzazione della promessa del Signore – ha aggiunto ancora il Vescovo ricordando le parole della liturgia – è un germoglio sempre vivo. Abbiamo occhi per riconoscere il germoglio di Dio? Il germoglio è Gesú, cui voi Orsoline siete consacrate. E grazie a voi lo vedono i bambini, i poveri, gli anziani. Oggi abbiamo un grande bisogno che il mondo veda attraverso voi Gesú. Fate riconoscere alle donne il germoglio vivente che è Gesú, abbiamo bisogno di donne che riconoscano il germe di vita che è in loro. La vostra consacrazione nutre la speranza, in un mondo in cui le solitudini aumentano come un’epidemia”.

La Basilica era particolarmente gremita, con in prima fila le autorità, fra cui il vicesindaco Filippo Servalli e la giunta di Gandino, l’assessore Giacomo Angeloni del Comune di Bergamo (dove le Orsoline, in via Masone, hanno la propria casa generalizia), il direttore dell’Ente Bergamaschi nel Mondo Massimo Falabretti ed il presidente della Pro Loco Gandino Lorenzo Aresi, che la scorsa estate ha insignito le Suore della benemerenza cittadina. Molto nutrita la delegazione giunta dalla Polonia, dove le Orsoline sono attive da molti anni. Attraverso il sito web gandino.it la messa è stata trasmessa in diretta in tutto il mondo. La celebrazione si è chiusa con la benedizione inviata da Papa Francesco, che in occasione della ricorrenza del Bicentenario ha concesso a Gandino l’Indulgenza Plenaria. Il prevosto di Gandino don Innocente Chiodi, di fatto successore del fondatore don Francesco della Madonna, ha ringraziato le suore per quanto fanno e faranno qui e nel mondo, ricordando anche la recente istituzione dell’Unità Pastorale di Gandino, Barzizza e Cirano. Da ricordare anche l’annullo straordinario emesso da Poste Italiane, grazie alla collaborazione del Gruppo Filatelico Valgandino.

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.