L’Atalanta passa allo stadio Marassi, piegando il Genoa con la sua coppia di attaccanti colombiani.

Foto TerzoTempoSportMagazine

Muriel, subentrato nel secondo tempo, bravo a trasformare un calcio di rigore e incisivo nella manovra della squadra. Duvan Zapata, che ha eclissato l’omonimo difensore Cristian, procurandosi un penalty ma soprattutto decidendo nelle ultime battute l’esito del match dopo il pareggio, pure dagli undici metri, del Genoa. Una giocata incredibile, da attaccante di razza, di forza e precisione.

A Zapata basta mezzo metro per liberare il destro che non lascia scampo al portiere avversario. In questo gol c’è la storia e il destino dell’Atalanta che si appresta a vivere la stagione della Champions League. E i tre punti servono a spingere in alto la squadra in classifica, azzerando il passo falso con il Torino e dando maggiore convinzione in vista della gara di Zagabria.

Continua a legge su TerzoTempoSportMagazine

Eugenio Sorrentino

Tutti i diritti riservati ©

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.