Atalanta beffata al 95esimo dallo Shakthar Donetsk, avversario ostico quanto basta.

L’Atalanta inseguiva i tre punti per riscattare appieno la pesante sconfitta di Zagabria e rilanciarsi nel girone. Invece finisce per farsi beffare dallo Shakthar Donetsk, avversario ostico quanto basta, quando la partita si avvia a un salomonico pareggio.

E’ il risultato del diverso atteggiamento che squadre rodate e abituate a giocare la Champions riescono a far pesare. L’Atalanta gioca un tempo, poi viene imbrigliata nel fraseggio degli ucraini e non riesce a trovare la giocata vincente che potesse essere anche risolutiva.

Un gol e un legno per parte nel primo tempo, ma anche un penalty sbagliato dall’Atalanta, che avrebbe potuto ottenere di più e soprattutto evitare di farsi sorprendere. Vantaggio con inzuccata di Zapata, pareggio frutto di una svista difensiva, per il resto strada in salita.

Continua a leggere su TerszoTempioSportMagazine

Eugenio Sorrentino

Articoli correlati

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.