info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > Cani intrappolati, salvati dai vigili del fuoco dopo 36 ore
Cronaca

Cani intrappolati, salvati dai vigili del fuoco dopo 36 ore

Cani intrappolati in un cunicolo in Appennino. Straordinario intervento dei vigili del fuoco: 36 ore per estrarli. Impegnati anche i pompieri di Bergamo.

Due cani intrappolati in un cunicolo: è l’emergenza a cui hanno fatto fronte i vigili del fuoco di Bologna per salvare i due animali scivolati in un buco sui pendii dell’Appennino Bolognese.

36 ore di intervento

Dopo 36 ore di sforzi e impegno senza sosta i vigili sono riusciti a mettere in salvo due cani da caccia intrappolati dalla mattina di lunedì 13 gennaio all’interno di un cunicolo di una cava in località Baragazza, a Castiglione dei Pepoli, sull’Appennino bolognese.

I cani erano precipitati nello strettissimo cunicolo durante una battuta di caccia al cinghiale.

Per tutta la notte i pompieri bolognesi, supportati dai colleghi del reparto alpino-fluviale e dell’Usar (Search and rescue), avevano cercato di raggiungerli per una via, poi abbandonata perché la forte presenza di roccia rallentava il loro lavoro.

Tra gli uomini al lavoro anche i vigili del fuoco esperti Stanislao Liuzzi e Marco Bramante, inviati dal Comando di Bergamo.

Cani intrappolati: ore senza guaiti poi il lieto fine

Prima del salvataggio, da ore non si sentivano più i guaiti dei cani, monitorati a lungo con le termocamere. Si è così deciso di tentare di raggiungerli da un’altra via, scavando in cima, dove il terreno era più morbido.

Alla fine, i cani intrappolati, di nome Muscolo e Orfeo, sono stati estratti indubbiamente provati ma vivi, per la gioia dei soccorritori.

Un intervento lunghissimo, durante il quale i pompieri hanno fatto ricorso a ogni mezzo possibile, compreso un escavatore e un elicottero. I due cani, visitati da un veterinario, sono così potuti tornare dal loro proprietario.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Armi da guerra, condannati per detenzione e vendita marito e...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!