info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Cronaca > In Lombardia obbligo copertura naso e bocca per chi esce di casa
Cronaca

In Lombardia obbligo copertura naso e bocca per chi esce di casa

L’ordinanza del presidente della Regione Lombardia introduce anche l’obbligo, per chi esce dalla propria abitazione, di proteggere se stessi e gli altri coprendosi naso e bocca.

“Da domenica 5, e fino al prossimo 13 aprile, restano in vigore le misure restrittive già stabilite per l’intero territorio lombardo lo scorso 21 marzo con ordinanza regionale“. Lo comunica, in una Nota, la Regione Lombardia.

Chiusura alberghi, sì a cancelleria

“In particolare – prosegue la Nota – il documento regionale conferma la chiusura degli alberghi (con le eccezioni già in vigore), degli studi professionali, dei mercati e tutte le attività non essenziali. Inoltre, sarà possibile acquistare articoli di cartoleria all’interno degli esercizi commerciali che vendono alimentari o beni di prima necessità, già aperti. Sarà anche possibile la vendita di fiori e piante solo con la consegna a domicilio”.

Il nuovo obbligo

“L’ordinanza del presidente della Regione – spiega la Nota – introduce anche l’obbligo, per chi esce dalla propria abitazione, di proteggere se stessi e gli altri coprendosi naso e bocca con mascherine o anche attraverso semplici foulard e sciarpe. Gli esercizi commerciali al dettaglio già autorizzati (di alimentari e di prima necessità) hanno l’obbligo di fornire i propri clienti di guanti monouso e soluzioni idroalcoliche per l’igiene delle mani”.

Chiesto Dpcm a Governo

“Infine, ai sensi del decreto legge del 25 marzo scorso, che vieta alla Regione di intervenire sulle attività produttive – conclude la Nota – è stato chiesto al Governo di confermare, con un Dpcm specifico, la chiusura dei cantieri edili e di permettere, invece, le attività legate alla filiera silvopastorale (come, ad esempio, il taglio della legna)”.

Tutti i diritti riservati ©

2 Commenti

  • Giovanni ha detto:

    non mi sembra una grande limitazione,anzi serve a proteggerci, attenzione non usate passamontagna o sottocaschi altrimenti vi arrestano per la legge antiterrorismo, aveva ragione la vecchietta che non voleva morire perche’ tutti i giorni ne vedeva una nuova, infatti tutti i giorni abbiamo un ‘ordinanza nuova il problema e’ ricordarcele tutte.
    Buona giornata a tutti

  • Walter ha detto:

    É si il problema sta tutto li, una nuova limitazione tutti i giorni.
    Vedremo di questo passo dove arriveremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
I sindaci (ma non tutti) scrivono al premier, al presidente...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!