info@valseriananews.it
Valseriana News > News > Politica > “Vogliamo più garanzie”: accordo nella notte fra Regioni e Governo sul Dpcm
Politica

“Vogliamo più garanzie”: accordo nella notte fra Regioni e Governo sul Dpcm

Firmato nella notte l'accordo per l'attuazione del Dpcm fra regioni e Governo. Bonaccini:"Il nostro obiettivo è sempre stato quello di dare regole certe alle attività che da lunedì potranno riaprire e sicurezza a lavoratori e cittadini".

Incontro nella notte fra i presidenti delle regioni con il Premier Giuseppe Conte e il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia dopo il disappunto sul Dpcm che entrerà in vigore domani lunedì 18 maggio.

Secondo indiscrezioni il disappunto è sorto perchè alcuni governatori regionali chiedevano più garanzie e meno responsabilità su alcuni punti inserito nel Dpcm per la tutela dei lavoratori e dei cittadini in vista dell’apertura di domani.

Attorno alle 3.30 l’accordo è stato raggiunto: il Governo ha deciso di allegare al suo testo le linee guida delle Regioni.

Le dichiarazioni del ministro Boccia

“Lavoro intenso e molto utile per far ripartire l’Italia in sicurezza. Le richieste delle Regioni erano legittime, la soluzione è stata raggiunta nell’interesse del Paese. L’accordo che riprende le linee guida delle Regioni per le ordinanze sancisce ancora una volta la leale collaborazione tra Regioni e Governo. Ringrazio i presidenti per aver sempre ricercato una soluzione nell’interesse del Paese. Ogni nuovo passo è fatto su un terreno nuovo per tutti e spesso serve un’assunzione ulteriore di responsabilità”.

Le dichiarazioni di Stefano Bonaccini presidente della Conferenza delle Regioni

“Il nostro obiettivo è sempre stato quello di dare regole certe alle attività che da lunedì potranno riaprire e sicurezza a lavoratori e cittadini – spiega Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni -. Il Governo si è impegnato a richiamare nel testo le linee guida elaborate e proposte dalla Conferenza delle Regioni quale riferimento certo e principale da cui far discendere i protocolli regionali. Ciò assicurerà, peraltro, omogeneità e certezza delle norme in tutto il Paese”.

Tutti i diritti riservati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente
Articolo precedente
Lunedì possono riaprire ristoranti, bar, parrucchieri, estetiste, musei, negozi e...

Iscriviti alla news letter

You have Successfully Subscribed!